Va bene la ricerca della sorpresa a tutti i costi e dello spunto surreale per rinverdire la tradizione dei thriller sentimentali, ma in casi come questo il troppo stroppia e, se da un lato la storia d’amore rimane così piatta e stilizzata da non diventare mai verosimile, dall’altro la vicenda assume contorni così fumosi da rasentare l’insensato.

RSVP: “Adaline – L’eterna giovinezza“, “Synchronicity“.

Voto: 5. 2:22 – Il destino è già scritto

Test di Bechdel: negativo.