Un documentario incentrato sulla pornografia può sembrare di primo acchito un po’ “bacchettone”, ma la voce narrante di Hetfield fuga subito ogni dubbio ed emerge rapidamente il suo forte impianto scientifico, basato su dati, evidenze e opinioni di autorevoli psicologi: la sovraesposizione pornografica della nostra società non provoca meno danni di alcool, droga e azzardo.

RSVP: “13th“, “Terms and conditions may apply“.

Voto: 7. Addicted to Porn: Chasing the cardboard butterfly

Test di Bechdel: negativo.