Autore: Luca B.

TULIP FEVER (2017)

Period drama dall’intricato intreccio shakespeariano, incentrato sulla prima bolla speculativa della storia del capitalismo: l’ambientazione risulta, quindi, parecchio originale e -per quanto forzata in alcuni passaggi un po’ arditi- anche la sceneggiatura ha una piacevole teatralità. Gradevoli anche la messa in scena e la cura per i dettagli storici: peccato sia stato prodotto da Weinstein, che lo condanna a un incolpevole stroncatura. RSVP: “La ragazza con l’orecchino di perla“, “The Danish Girl“. Voto: 6/7. Tulip Fever Test di Bechdel:...

Read More

ANTI MATTER (2016)

Fantascienza a basso costo e grandi idee, che prende un po’ da “Memento“, un po’ da “L’esercito delle 12 scimmie” e un po’ da “Primer“: il giochino -per quanto sleale, ma questo si scopre solo alla fine- funziona bene e l’unica pecca forse è solo il finale, che dopo il twist principale si dilunga un po’ troppo in smancerie e convenevoli. Ottima l’idea di porre l’accento su diversi dilemmi etici di grande attualità. RSVP: “L’esercito delle 12 scimmie“, “Primer“. Voto: 7. Anti Matter Test di Bechdel:...

Read More

8 BIT GENERATION: THE COMMODORE WARS (2016)

Storia di un piccolo produttore di calcolatrici che, attraverso alcune intuizioni geniali, riuscì a ritagliarsi il suo momento di celebrità, surclassando addirittura Apple. Un po’ lezione di vita, un po’ spaccato di storia contemporanea, e un po’ strizzatina d’occhio ai millennial nerd, il film è fatto essenzialmente di persone e racconti perfetti per il cinema. Imprescindibile per chi ha vissuto la nascita del mito della Silicon Valley. RSVP: “I pirati di Silicon Valley“, “The Social Network“. Voto: 7/8. 8 Bit Generation: The Commodore Wars Test di Bechdel:...

Read More

THE PLACE (2017)

Una delle migliori riflessioni sul libero arbitrio mai proposte sul grande schermo, adottando soluzioni tanto minimali quanto efficaci: un’unica location (peraltro un nonluogo), una decina di attori (tutti bravissimi, in particolare il monumentale Mastandrea), una sceneggiatura solida e un’estetica moderna (e anche un po’ hollywoodiane). La parte più interessante dell’opera sta nell’inevitabile rapporto interlocutorio che viene a crearsi con lo spettatore, che viene costretto a interrogarsi sulla propria morale, e non solo su quella dei personaggi. RSVP: “Perfetti Sconosciuti“, “Avvenne domani“. Voto: 7,5. The Place Test di Bechdel:...

Read More

MAYHEM (2017)

Un virus che -una volta tanto- non genera zombie, e la paura del contagio viene stroncata sul nascere perché tutti sono infetti: e così la storia si abbandona alla più totale assenza di controllo e inibizioni, degenerando quasi nell’arcade nella seconda parte. Non è un capolavoro e non passerà agli annali, ma almeno dimostra che è ancora possibile fare qualcosa di diverso senza spremere troppo le meningi. Encomiabile la colonna sonora. RSVP: “Crank“, “Severance – Tagli al personale“. Voto: 6/7. Mayhem Test di Bechdel:...

Read More

BLADE OF THE IMMORTAL (2017)

La storia è quasi risibile: un samurai, una maledizione e una marea di scontri all’arma bianca. Ciò che rende il film più interessante -oltre agli effetti della maledizione sul protagonista- è la carrellata interminabile di armi utilizzate dai personaggi e le relative coreografie nei combattimenti. Forse una mezz’oretta in meno, però, non avrebbe guastato. RSVP: “13 Assassini“, “I sette samurai“. Voto: 6,5. Blade of the Immortal Test di Bechdel:...

Read More

ADULT LIFE SKILLS (2016)

Un racconto di formazione anomalo incentrato su una quasi-trentenne delle campagne britanniche, che vive nel capanno nel giardino dei suoi (metafora della sua emancipazione) e cerca una propria identità, superando un importante lutto: deliziosa la protagonista, fresco lo stile (per quanto decisamente gondriano) e piacevole la sceneggiatura, così come tutti i personaggi di contorno. RSVP: “Little Sister“, “Brigsby Bear“. Voto: 7,5. Adult Life Skills Test di Bechdel:...

Read More

ROSIGNANO SOLVAY – LA FABBRICA CHE SI FECE GIARDINO (2017)

Originale case study riguardante una città nata dal company housing di una multinazionale agli inizi del Novecento: da un lato, l’analisi architettonica e urbanistica danno la misura dell’impatto positivo che questo esperimento ha avuto sul territorio; dall’altro, traspare chiaramente l’influenza culturale e sociale del sistema Solvay, che ha cambiato faccia -nel bene e nel male- alla città e ai suoi abitanti. RSVP: “Urbanized“, “Unfinished Spaces“. Voto: 7. Rosignano Solvay – La fabbrica che si fece giardino Test di Bechdel:...

Read More

NEWNESS (2017)

Non c’è aggettivo migliore di “disturbante” per descrivere un film come questo: la società che ritrae e le riflessioni che propone sono di grande attualità, ma l’intera generazione dei protagonisti è fatta solo di egoisti, edonisti e masochisti, attratti esclusivamente dai propri smartphone e dalla ricerca sistematica della “novità”. Doremus si conferma un maestro nella creazione, distruzione e ricostruzione delle storie d’amore tormentate tra giovani. RSVP: “Like crazy“, “Knight of Cups“. Voto: 7. Newness Test di Bechdel:...

Read More

EL BAR (2017)

De la Iglesia torna alla black comedy corale e lo fa ancora una volta puntando sull’ambientazione claustrofobica e l’assoluta ambiguità dei personaggi: il twist principale del film arriva forse troppo presto, ma la scelta di non indugiare con gli “spiegoni” lascia un piacevole clima d’incertezza fino alla fine, anche se non tutti i fili vengono tirati a dovere e con la giusta coerenza. L’opera in sé è carina: speriamo che non ci sia spazio per un sequel… RSVP: “La comunidad – Intrigo all’ultimo piano“, “L’angelo sterminatore“. Voto: 6/7. El Bar Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Un film a caso…

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy