La scuola di animazione francese fa di nuovo centro, cimentandosi questa volta con un genere (lo steampunk) che -a modesto parere di chi scrive- così bene si sposa con il potenziale immaginifico dell’animazione ed eppure non è stato ancora inflazionato dalle grandi produzioni. Intelligentemente, la storia è adatta a grandi (con suggestioni da Verne, Wells e Otomo) e piccini (l’animale parlante, le dinamiche familiari, ecc.) e riesce a soddisfare entrambi senza rinunciare a nulla.

RSVP: “Steamboy“, “The Mysterious Geographic Explorations of Jasper Morello“.

Voto: 7+. Avril et le monde truqué

Test di Bechdel: positivo.