Un dramma psicologico che sembra un thriller surreale, con un ottimo protagonista a incarnare tutti i dubbi e le perplessità degli young adult 2.0. Ottimo il montaggio, belle le location e azzeccate parecchie scene; ma è proprio la presenza di Malek la fonte delle uniche incertezze, perché ricalca fedelmente le tematiche e le dinamiche della fortunata serie “Mr. Robot“, quindi i tanti che l’hanno già vista proveranno un forte senso di déjà vu.

RSVP: “Fight Club“, “Mr. Robot“.

Voto: 7+. Buster’s Mal Heart

Test di Bechdel: positivo.