Categoria: Cannes

OKJA (2017)

Una storia essenzialmente di fantasia che, però, tocca tantissimi temi di grande attualità, dagli OGM all’etica, dall’ecologia alla decrescita; non manca neppure una forte componente didattica, per spiegare ai giovani (ma non ai bambini, attenzione!) il brutale mondo degli allevamenti intensivi e delle multinazionali. Qualche scena sarà forse troppo retorica, e non mancano neppure le autocitazioni del regista, ma visivamente ed emotivamente è davvero piacevole. RSVP: “The Host“, “King Kong“. Voto: 7,5. Okja Test di Bechdel:...

Read More

NEITHER HEAVEN NOR HEARTH (2015)

Un film di guerra moderno, finalmente incentrato sugli uomini, sulle loro paure e sulla loro sfera interiore, il tutto per aiutarci a comprendere che certi attriti nascono da incomprensioni e incomunicabilità culturali, che vanno ben oltre le solite motivazioni religiose ed economiche. La tensione è davvero palpabile, nonostante non accada quasi mai nulla, e la scelta di spiegare lo stretto necessario è assolutamente funzionale a questo. Esordio coi controfiocchi. RSVP: “Il deserto dei Tartari“, “Mine“. Voto: 8. Neither Heaven Nor Hearth Test di Bechdel:...

Read More

MEAN DREAMS (2016)

Due adolescenti con altrettante famiglie disfunzionali in una realtà rurale e depressa: quale ricetta migliore per esplorare i sentimenti alla base del primo grande amore e dare il la a una fuga catartica, che è al tempo stesso una prova di maturità e una cupa spirale di violenza. Magnifica la fotografia e ottima la regia, ma soprattutto sono convincenti le prove dei due giovani protagonisti. RSVP: “Thelma & Louise“, “Hunt for the Wilderpeople“. Voto: 7+. Mean Dreams Test di Bechdel:...

Read More

GRAVE (2016)

Una giovane vegetariana che passa da un estremo all’altro diventando cannibale sembrerebbe lo spunto perfetto per una horrordy politicamente scorretta, e invece è il soggetto di un racconto di formazione profondo e raffinato, che parla di un fenomeno gravissimo come il bullismo e di un momento delicatissimo come il coming-of-age in un contesto difficilissimo come il primo anno di università. Magnifica la regia ed eccellente la protagonista, il Belgio si conferma fucina di talenti orrorifici. RSVP: “Contracted“, “Excess Flesh“. Voto: 8. Grave – Raw Test di Bechdel:...

Read More

LE RICETTE DELLA SIGNORA TOKU (2015)

Una storia intima e delicata, quasi impalpabile, che parla di discriminazioni, ingiustizie e riscatti: formalmente irreprensibile e impreziosito dalle scenografie naturali dei ciliegi in fiore, il film parte con il giusto alone di mistero che avvolge entrambi i protagonisti, ma si perde un po’ strada facendo, diventando forse troppo semplice, lineare e prevedibile. Si poteva azzardare di più sulla componente poetico-favolistica. RSVP: “Viaggio a Tokyo“, “Hanezu“. Voto: 6/7. Le ricette della signora Toku Test di Bechdel:...

Read More

LA RAGAZZA SENZA NOME (2016)

Il solito realismo spietato e senza fronzoli, che è ormai il marchio di fabbrica dei Dardenne, viene messo al servizio di un’indagine che assume i toni del giallo, senza perdere mai di vista la dimensione umana dei personaggi (la protagonista mossa dai sensi di colpa, l’aspirante medico eticamente combattuto, il testimone in piena crisi adolescenziale). Per certi versi diverso e per altri assolutamente in linea con la produzione dei due fratelli, se ne consiglia la visione solo a chi sa apprezzarli. RSVP: “Due giorni, una notte“, “Still Life“. Voto: 7+. La ragazza senza nome Test di Bechdel:...

Read More

È SOLO LA FINE DEL MONDO (2016)

Sicuramente è l’opera formalmente più matura di Dolan, anche se risente dell’impianto fortemente (e volutamente?) teatrale: i temi cari al regista canadese ci sono sempre tutti, ma ciò che spicca di più è l’incomunicabilità tra i personaggi e il desiderio irrefrenabile di soverchiarsi verbalmente a vicenda. Altrettanto sicuramente uno dei film più nevrotici e angoscianti della stagione. RSVP: “Laurence Anyways“, “Tom at the farm“. Voto: 7. È solo la fine del mondo Test di Bechdel:...

Read More

UN PADRE, UNA FIGLIA (2016)

Fulgido esempio di quel neorealismo carpatico che tanti bei film ci sta regalando in quest’ultimo decennio: tra riflessioni morali e sociologiche, scontri generazionali e intrafamiliari e armadi straripanti di scheletri, esce un ritratto tutt’altro che lusinghiero della Romania di oggi e pone interrogativi a cui nessun abitante di un paese pseudo-civile (come anche l’Italia) dovrebbe sottrarsi. RSVP: “Il caso Kerenes“, “The Lesson – Scuola di vita“. Voto: 7,5. Un padre, una figlia Test di Bechdel:...

Read More

IL CLIENTE (2016)

Ci mette un po’ ad ingranare, perché non è facile delineare con cura un nucleo familiare moderno in una realtà integralista con uno stile minimale; quando però riesce a partire, la tensione che lega tra loro tutti i personaggi e i colpi di scena che animano il finale, oltre all’interessante componente metateatrale, catturano lo spettatore e gli impongono tutte le riflessioni che si è evitato nella prima parte. Farhadi ormai è una garanzia. RSVP: “Una separazione“, “Il passato“. Voto: 7/8. Il Cliente Test di Bechdel:...

Read More

IO, DANIEL BLAKE (2016)

Toccante e commovente come pochi, Ken Loach riesce ad evitare ogni forma di patetismo e “strappalacrimosità”, dipingendo in modo sottilmente ironico un quadro sociale a dir poco indignante. Il protagonista Dave Johns è di una bravura e un’umanità uniche e, attraverso il suo lento martirio burocratico, lancia una serie di riflessioni a cui nessun impiegato statale dovrebbe sottrarsi. Indubbiamente, il miglior film sociale della stagione. RSVP: “My name is Joe“, “Tirannosauro“. Voto: 8. Io, Daniel Blake Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Un film a caso…

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy