Categoria: SXSW

SONG TO SONG (2017)

Un altro patinatissimo collage di spot pubblicitari di profumi che, però, riesce ad avere una buona coerenza interna e un plot finalmente degno di questo nome. Purtroppo cotanto formalismo va a penalizzare il tasso emozionale, che qui e là riesce ad emergere, ma mai con la giusta forza e, soprattutto, mai per più di una manciata di secondi. Vedremo come andrà col prossimo film di Malick. RSVP: “To the wonder“, “Knight of Cups“. Voto: 7–. Song to song Test di Bechdel:...

Read More

IN A VALLEY OF VIOLENCE (2016)

Western animalista che ricalca fedelmente gli stilemi sia del western crepuscolare che del revenge movie di “rambiana” memoria: non è certo l’originalità il punto di forza di un’opera come questa, che funziona solo nel momento in cui Ti West ci mette del suo, tra i sogni notturni che fanno tanto found footage e le uccisioni splatterose con il sangue che scorre a fiumi. Ottima la scelta dei protagonisti, dotati di voci perfette per il genere. RSVP: “I Magnifici 7“, “Bone Tomahawk“. Voto: 6,5. In a Valley of Violence Test di Bechdel:...

Read More

MY FATHER DIE (2017)

Un revenge movie scarno e lineare, ambientato nel solito marcissimo sud degli Stati Uniti, ma esaltato da un eccellente senso estetico e da una buona sceneggiatura, che lo collocano a metà strada tra le primissime opere di Tarantino e le ultimissime di Saulnier. Bello ed esagerato il duello tra padre e figlio, che diventa anche metafora del conflitto familiare che ogni individuo deve superare per emanciparsi. RSVP: “Kill Bill“, “Blue Ruin“. Voto: 7. My Father Die Test di Bechdel:...

Read More

DON’T THINK TWICE (2016)

Interessante ritratto del mondo delle improvvisazioni teatrali semi-professionali, declinato in chiave mumblecore: ambizioni, individualismi, frustrazioni, idiosincrasie e – perché no – storie d’amore di un gruppo di amici, uniti e separati dal desiderio di sfondare e approdare in televisione. Sufficientemente originale, fresco e divertente. RSVP: “Operator“, “Drinking Buddies – Amici di bevuta“. Voto: 7,5. Don’t Think Twice Test di Bechdel:...

Read More

LIFE – NON OLTREPASSARE IL LIMITE (2017)

Solita minestrina riscaldata a dovere, con un equipaggio alle prese con un alieno tanto misterioso quanto pericoloso, “raccattato” durante una missione -suicida- su Marte. Si salvano soltanto l’inizio, che con qualche velleità pseudo-scientifica dà un minimo di giustificazione alle peculiarità del mostro, e il finale, che tiene nel dubbio (si fa per dire…) lo spettatore fino all’ultima scena. RSVP: “Alien“, “Scintilla“. Voto: 5/6. Life – Non oltrepassare il limite Test di Bechdel:...

Read More

AMERICAN FABLE (2016)

Il delicato tema del reato di sussistenza come terreno di confronto morale tra l’innocenza dell’infanzia e la malizia dell’età adulta, sullo sfondo di una realtà rurale che incarna il degrado a 360°: l’idea sarebbe decisamente sfiziosa, se non ci fosse già stato “Io non ho paura” di Ammaniti (peraltro trasposto egregiamente da Salvatores). Un buon film, ma assolutamente inutile,  quantomeno per il mercato italiano. RSVP: “Io non ho paura“, “The Harvest“. Voto: 6+. American Fable Test di Bechdel:...

Read More

MAN IN THE DARK (2016)

Perché cambiare il titolo originale con un altro in lingua inglese, quando il primo era già perfetto (e in lingua inglese)? Tralasciando questo interrogativo, il film non propone nulla di nuovo: c’è l’home invasion al contrario (e tiene fino alla fine), c’è il ribaltamento dei ruoli tra vittime e carnefici (e funziona) e c’è l’indifeso che tanto indifeso non è (e fa paura). Non memorabile ma godibile, con una perfetta ambientazione in una Detroit semideserta e degradatissima. RSVP: “Furia cieca“, “Crush the skull“. Voto: 6/7. Man in the dark Test di Bechdel:...

Read More

CHASING ICE (2012)

Un’opera dedicata a tutti i complottisti che ancora non credono nel riscaldamento globale e nei rischi derivanti dall’anomalo scioglimento dei ghiacciai; e non è pura e semplice denuncia, ma un vero e proprio sollucchero per gli occhi, grazie al contributo visivo di James Balog, uno dei più grandi fotografi naturalistici viventi, e degli scenari naturali immortalati (Islanda in primis). RSVP: “The Fourth Phase“, “Antarctica: a year on ice“. Voto: 8. Chasing Ice Test di Bechdel:...

Read More

PET (2016)

Thriller estremamente psicologico, confezionato ad arte: forse un po’ troppo rapido lo sviluppo dei personaggi, ma alla fine tutto trova una risposta sufficientemente coerente nel fatto che nulla è come sembra. Non è la prima volta che assistiamo a un ribaltamento così drastico dei ruoli, ma convince in particolare la malvagità profondamente radicata in essi, che diventa metafora dell’egoismo imperante nella nostra società. RSVP: “The Loved Ones“, “Reversal“. Voto: 6/7. Pet Test di Bechdel:...

Read More

UNDER THE SHADOW (2016)

Finalmente un horror che non sia fine a se stesso e che non si ponga come unico scopo lo “spaghetto” a tutti i costi: qui c’è un contesto storico difficile, una protagonista femminile scomoda e una riflessione socioculturale tutt’altro che banale, con pochi “spaghetti” piazzati sapientemente nei punti nevralgici e un antagonista recuperato dal folklore, ma associato anche a bombe e hijab. RSVP: “A girl walks home alone at night“, “Djinn“. Voto: 7,5. Under the shadow Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy