Categoria: Sundance

NEWNESS (2017)

Non c’è aggettivo migliore di “disturbante” per descrivere un film come questo: la società che ritrae e le riflessioni che propone sono di grande attualità, ma l’intera generazione dei protagonisti è fatta solo di egoisti, edonisti e masochisti, attratti esclusivamente dai propri smartphone e dalla ricerca sistematica della “novità”. Doremus si conferma un maestro nella creazione, distruzione e ricostruzione delle storie d’amore tormentate tra giovani. RSVP: “Like crazy“, “Knight of Cups“. Voto: 7. Newness Test di Bechdel:...

Read More

BRIGSBY BEAR (2017)

Il protagonista è un completo disadattato e le vicende che lo coinvolgono sono sempre in bilico tra il tenero e il grottesco, con quest’ultima componente che prende spesso il sopravvento; ma nel quadro d’insieme -che non approfondiamo per non spoilerare– non si riesce a ridere spensieratamente, perché rimane sempre un retrogusto alquanto agro, venato di un surrealismo gondriano. Originale, divertente e toccante. RSVP: “Room“, “Be Kind Rewind – Gli acchiappafilm“. Voto: 7,5. Brigsby Bear Test di Bechdel:...

Read More

MARJORIE PRIME (2017)

La robotica al servizio dei rapporti umani, dei ricordi e dell’elaborazione del lutto: sulla carta si tratterebbe di fantascienza, ma in realtà sembra una pièce teatrale (e in effetti è proprio quella l’origine della sceneggiatura) che si sviluppa come una catena -una maglia circolare alla volta- attorno a una famiglia tormentata dal proprio passato. Lento, verboso e statico, ma recitato magistralmente e comunque originale. RSVP: “Robot & Frank“, “Her“. Voto: 7,5. Marjorie Prime Test di Bechdel:...

Read More

INGRID GOES WEST (2017)

La confusione tra relazioni sociali reali e digitali portata alle estreme conseguenze e, soprattutto, vista con gli occhi di una sociopatica emarginata: la storia ha le tinte fosche ma briose della black comedy, anche se la protagonista è così inquietante da far pensare che al peggio non ci sia mai fine. Nonostante la leggerezza, l’opera è un ottimo esordio ed evidenzia anche una certa intelligenza, oltre ad un cast davvero credibile. RSVP: “Disconnect“, “Che vuoi che sia“. Voto: 7+. Ingrid goes west Test di Bechdel:...

Read More

WIND RIVER (2017)

Questa volta Sheridan fa tutto da solo e chiude nel migliore dei modi la sua personale trilogia delle nuove frontiere americane, con un altro thriller dal piacevole retrogusto western: solita sceneggiatura solidissima, soliti personaggi ben delineati e soliti scenari naturali affascinanti e potenti. Non raggiungerà le vette di “Hell or High Water“, ma si conferma un grandissimo autore. RSVP: “Insomnia“, “Hell or High Water“. Voto: 7,5. Wind River Test di Bechdel:...

Read More

KUSO (2017)

Disturbato, disturbante, volgare e privo di ogni senso, oltre che esteticamente ributtante: quindi, perché guardarlo? Nel dubbio lasciatelo perdere, a meno che non siate dei fan di Flying Lotus. RSVP: “Gummo“, “Bad Boy Bubby“. Voto: SV. Kuso Test di Bechdel:...

Read More

THE LITTLE HOURS (2017)

Un cast stellare per un film inverecondo, che sembra l’insulso remake di una period comedy italiana degli anni Settanta, più morigerata ma anche decisamente più verbosa. Inutile guardarlo. RSVP: “Life after Beth“, “Decameron Pie“. Voto: 4. The Little Hours Test di Bechdel:...

Read More

A GHOST STORY (2017)

Pressoché muto, essenziale e dilatato oltremodo, ma anche immersivo come pochi altri e, soprattutto, scritto e diretto magistralmente: è “Il Sesto Senso” se l’avesse concepito Malick, o meglio ancora “Ghost” diretto da Ponsoldt, oppure “Il fantasma innamorato” rifatto da Cianfrance. Indubbiamente una delle migliori (e più originali) ghost story del nuovo millennio, anche se non è di certo alla portata di tutti. RSVP: “Ghost“, “Il fantasma innamorato“. Voto: 7/8. A ghost story Test di Bechdel:...

Read More

REMEMORY (2017)

Uno spunto fantascientifico per rendere quantomeno visibile qualcosa d’intangibile come i ricordi (soprattutto quelli rimossi): l’idea è ottima e, sostenuta dall’eccellente cast, genera un thriller contorto a dovere e pieno di sottoplot. Peccato per la mezz’ora finale quasi inutile, che non aggiunge nulla alla storia e si prodiga in sentimentalismi un po’ troppo facili e prevedibili. RSVP: “Se mi lasci ti cancello“, “One hour photo“. Voto: 7. Rememory Test di Bechdel:...

Read More

THE ROMANTICS (2010)

Intrigo pre-matrimoniale assolutamente canonico e innocuo, con tanti dialoghi che servono a ricostruire legami e passato dei personaggi e qualche teorico punto di rottura disseminato qua e là, per destabilizzare il tutto. In realtà, si crea ben poca tensione, soprattutto affettiva, ed è il classico esempio che un buon cast e un buon soggetto non bastano sempre per fare un bel film: insomma, tanto fumo ma poco arrosto. RSVP: “A prova di matrimonio“, “About Alex“. Voto: 6. The Romantics Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Un film a caso…

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy