Categoria: Sundance

MR. PIG (2016)

Una storia minimale, di stampo tipicamente neorealista latino, che parla con delicatezza della solitudine che accomuna tanti anziani e del desiderio di famiglia che spesso gli animali riescono a compensare con il loro amore incondizionato e sincero. Si appanna un pochino sulla lunga distanza, evidenziando una leggera carenza d’idee e qualche lungaggine di troppo. RSVP: “Amores Perros“, “Neon Bull“. Voto: 6/7. Mr. Pig Test di Bechdel:...

Read More

SCAPPA – GET OUT (2017)

Film horror dell’anno, a cui non si può chiedere di più: c’è l’incipit spiazzante, c’è tensione a palate dall’inizio alla fine, c’è il metaforone politico, ci sono tanti personaggi uno più inquietante dell’altro, ci sono gli spunti comici d’alleggerimento, ci sono i colpi di scena (prima sembra uno slasher, poi “La casa nera” e poi “Society“…), ci sono un’infinità di scene azzeccate e, soprattutto, c’è un gran bel finale. E per fortuna che è un esordio! RSVP: “The Invitation“, “Society – The Horror”. Voto: 8. Scappa – Get Out Test di Bechdel:...

Read More

COLOSSAL (2016)

Prima kaiju comedy della storia del cinema: i mostroni giganteschi che combattono sullo sfondo di una città asiatica sono in realtà l’incarnazione delle divergenze di una coppia di americani. Un film che diverte infischiandosene di qualsivoglia barriera di genere, affidandosi alla solita solidissima sceneggiatura del talentuoso Vigalondo, che a distanza di un decennio da “Timecrimes” indovina un altro instant cult. RSVP: “Godzilla“, “Birdman“. Voto: 7,5. Colossal Test di Bechdel:...

Read More

SOPHIE AND THE RISING SUN (2016)

Un dramma storico dal gusto piacevolmente retrò, che mette tanta carne al fuoco (la guerra, il razzismo, la religione e l’ipocrisia) sempre con una certa delicatezza. Peccato che non scenda mai troppo sotto alla superficie, e così alcuni passaggi centrali risultano un po’ appannati (come la nascita della storia d’amore tra i protagonisti) e altri un po’ stilizzati (come il rancore dell’antagonista). RSVP: “The Help“, “Il colore viola“. Voto: 6/7. Sophie and the rising sun Test di Bechdel:...

Read More

52 TUESDAYS (2013)

Un film difficile che tratta un argomento difficile in modo semplice – anzi semplicissimo – prendendolo di petto, senza filtri e senza retorica. Gli interrogativi che suscita sono davvero un’infinità, a partire dal punto di vista della protagonista, che in un’età già complicata come l’adolescenza si trova a dover affrontare sfide più grandi di lei, commettendo inevitabilmente tanti errori. Da vedere, ma assolutamente senza pregiudizi. RSVP: “Moonlight“, “American Honey“. Voto: 7/8. 52 Tuesdays Test di Bechdel:...

Read More

I DON’T FEEL AT HOME IN THIS WORLD ANYMORE (2017)

Un’opera prima che vince al Sundance dev’essere di sicuro impatto, e infatti questo film “spacca di brutto”: sceneggiatura à la Coen dei primi tempi, toni più da black comedy che da thriller classico (guardate il finale) e quadro sociologico dei personaggi di una misantropia più unica che rara, senza risparmiare critiche all’America del presente. Molto interessante l’estremo realismo nelle conseguenze degli atti violenti: qui la gente si fa tanto male in un attimo e muore davvero male! RSVP: “Blood Simple – Sangue Facile“, “Blue Ruin“. Voto: 8. I don’t feel at home in this world anymore Test di Bechdel:...

Read More

MANCHESTER BY THE SEA (2016)

Un racconto triste e autentico, immortalato in modo essenziale e interpretato da un cast che ci mette testa e cuore, Affleck in primis: ha il respiro e la fotografia di certi drammi indipendenti della fine del secolo scorso, con un uso del sonoro sapiente ed enfatico, ma soprattutto un montaggio che valorizza la sceneggiatura (originale) e sorprende lo spettatore nei momenti cardine. RSVP: “Tempesta di ghiaccio“, “Conta su di me“. Voto: 7/8. Manchester by the Sea Test di Bechdel:...

Read More

THE EYES OF MY MOTHER (2016)

Ottimo esordio per il giovanissimo Nicolas Pesce, che riprende lo stile di alcuni mostri sacri del cinema nero, come Lynch e Hitchcock, sposta il fuoco sul mostro e indovina una protagonista da antologia, con inquietanti movenze teatrali (d’altra parte, la Magalhaes proviene dal mondo della danza) e uno sguardo davvero inquietante. Da vedere e da tenere d’occhio. RSVP: “Psyco“, “A girl walks home alone at night“. Voto: 7,5. The eyes of my mother Test di Bechdel:...

Read More

CHASING ICE (2012)

Un’opera dedicata a tutti i complottisti che ancora non credono nel riscaldamento globale e nei rischi derivanti dall’anomalo scioglimento dei ghiacciai; e non è pura e semplice denuncia, ma un vero e proprio sollucchero per gli occhi, grazie al contributo visivo di James Balog, uno dei più grandi fotografi naturalistici viventi, e degli scenari naturali immortalati (Islanda in primis). RSVP: “The Fourth Phase“, “Antarctica: a year on ice“. Voto: 8. Chasing Ice Test di Bechdel:...

Read More

THE BIRTH OF A NATION (2016)

Meno iconico visivamente di “12 Anni Schiavo” e meno epico (e politico) di “Free State of Jones“, il film punta sulla visceralità dei sentimenti e sul rancore e la repressione come motori rivoluzionari, senza risparmiare qualche “frecciatina” di grande attualità alla religione, al tempo stesso oppio dei popoli e scintilla sovversiva. Bello, ma nel genere ce ne sono di più belli. RSVP: “12 Anni Schiavo“, “Free State of Jones“. Voto: 7. The Birth of a Nation Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Un film a caso…

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy