Categoria: Tribeca

ADULT LIFE SKILLS (2016)

Un racconto di formazione anomalo incentrato su una quasi-trentenne delle campagne britanniche, che vive nel capanno nel giardino dei suoi (metafora della sua emancipazione) e cerca una propria identità, superando un importante lutto: deliziosa la protagonista, fresco lo stile (per quanto decisamente gondriano) e piacevole la sceneggiatura, così come tutti i personaggi di contorno. RSVP: “Little Sister“, “Brigsby Bear“. Voto: 7,5. Adult Life Skills Test di Bechdel:...

Read More

ELVIS E NIXON (2016)

Una storia vera talmente surreale da risultare genuinamente divertente, ed è proprio il registro da commedia del film a valorizzarla, perché altrimenti i suoi personaggi sarebbero talmente fuori dal mondo (e tronfi) da risultare quasi insopportabili. Il bello è che si ride di fatti realmente accaduti mezzo secolo fa, eppure si ha la sensazione che tutto potrebbe ripetersi in questi giorni. Grandioso Shannon che batte ai punti il solito Spacey. RSVP: “Bubba Ho-Tep“, “L’uomo dell’anno“. Voto: 7+. Elvis & Nixon Test di Bechdel:...

Read More

BUSTER’S MAL HEART (2016)

Un dramma psicologico che sembra un thriller surreale, con un ottimo protagonista a incarnare tutti i dubbi e le perplessità degli young adult 2.0. Ottimo il montaggio, belle le location e azzeccate parecchie scene; ma è proprio la presenza di Malek la fonte delle uniche incertezze, perché ricalca fedelmente le tematiche e le dinamiche della fortunata serie “Mr. Robot“, quindi i tanti che l’hanno già vista proveranno un forte senso di déjà vu. RSVP: “Fight Club“, “Mr. Robot“. Voto: 7+. Buster’s Mal Heart Test di Bechdel:...

Read More

FOLK HERO & FUNNY GUY (2016)

Uno dei film più genuinamente mumblecore dell’anno: c’è il solito odioso e insicuro Karpovsky, c’è l’amico antagonista e hipster fino all’osso e ci sono una marea di dubbi sul lavoro, sull’amore e sul futuro in generale, oltre alla musica indie e alle birre IPA. Non bisogna cercare l’originalità in un’opera come questa: ciò che conta davvero è la sceneggiatura, insieme alle interpretazioni dei protagonisti, e sotto questo punto di vista è perfetta. RSVP: “Supporting Characters“, “Red Flag“. Voto: 7. Folk Hero & Funny Guy Test di Bechdel:...

Read More

DON’T THINK TWICE (2016)

Interessante ritratto del mondo delle improvvisazioni teatrali semi-professionali, declinato in chiave mumblecore: ambizioni, individualismi, frustrazioni, idiosincrasie e – perché no – storie d’amore di un gruppo di amici, uniti e separati dal desiderio di sfondare e approdare in televisione. Sufficientemente originale, fresco e divertente. RSVP: “Operator“, “Drinking Buddies – Amici di bevuta“. Voto: 7,5. Don’t Think Twice Test di Bechdel:...

Read More

HERE ALONE (2016)

Praticamente è una via di mezzo tra “The Survivalist” a sessi invertiti e “Z for Zachariah” senza i rivali in amore: per il resto, ottima la connotazione dei personaggi, che sopperisce ampiamente alla carenza di fondi per gli effetti speciali, ed esteticamente piacevoli sia la fotografia che la regia. Chi è digiuno dei titoli sopraccitati potrà apprezzare uno zombie movie assolutamente diverso dal solito; per gli altri, invece, si tratterà solo di un bel film dalla scarsa originalità. RSVP: “The Survivalist“, “Z for Zachariah“. Voto: 6,5. Here Alone Test di Bechdel:...

Read More

YOUTH IN OREGON (2016)

Un tema delicato e controverso come l’eutanasia non è mai facile da affrontare, specialmente se si decide di farlo con leggerezza e un pizzico d’ironia: è ammirevole quindi l’intento, ma nella pratica non risulta particolarmente convincente, perché tocca tanti punti senza approfondirne mai nessuno.  Per il resto, è il solito indie movie on the road che o si ama o si odia. RSVP: “Little Miss Sunshine“, “Gold“. Voto: 6-. Youth in Oregon Test di Bechdel:...

Read More

FEAR, INC. (2016)

Prendete il soggetto di “The Game“, fatelo girare da Wes Craven e alzate l’asticella del gore ai livelli di “Saw – L’enigmista“: otterrete qualcosa di molto simile a questa horrordy terribilmente metacinematografica, ma al tempo stesso alquanto prevedibile (quantomeno per gli spettatori più “navigati”). Produzione relativamente low budget, ma cast, effetti e fotografia non fanno rimpiangere nulla. RSVP: “The Game – Nessuna regola“, “Scream“. Voto: 6/7. Fear, Inc. Test di Bechdel:...

Read More

LIFE, ANIMATED (2016)

Un protagonista davvero potente per una storia davvero unica, senza eccessi di retorica né inutili pietismi: i ponti con la società possono essere minati dall’autismo, così come la strada per la normalità, ma la scoperta di una vera passione (anche insolita, come quella per i cartoni animati della Disney) può risistemare le vie di comunicazione e dare nuova speranza. Interessante, ma soprattutto toccante e incoraggiante. RSVP: “Gabrielle – Un amore fuori dal coro“, “The dark side of the sun“. Voto: 7,5. Life Animated Test di Bechdel:...

Read More

LISTEN UP PHILIP (2014)

Una storia verbosa che più mumblecore non si può, incentrata su un antipatico protagonista che più antieroe non si può, grazie al solito contributo di uno Schwartzman quanto mai tronfio e spocchioso. Un po’ omaggio al vecchio Allen e un po’ spin-off delle prime opere di Anderson, il film riesce comunque a distinguersi dalla tradizione sundenciana attraverso una serie di azzeccatissimi cambi di focus sui diversi personaggi. RSVP: “Red Flag“, “I Tenenbaum“. Voto: 7,5. Listen up Philip Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Un film a caso…

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy