Categoria: Animazione

AVRIL ET LE MONDE TRUQUÉ (2015)

La scuola di animazione francese fa di nuovo centro, cimentandosi questa volta con un genere (lo steampunk) che -a modesto parere di chi scrive- così bene si sposa con il potenziale immaginifico dell’animazione ed eppure non è stato ancora inflazionato dalle grandi produzioni. Intelligentemente, la storia è adatta a grandi (con suggestioni da Verne, Wells e Otomo) e piccini (l’animale parlante, le dinamiche familiari, ecc.) e riesce a soddisfare entrambi senza rinunciare a nulla. RSVP: “Steamboy“, “The Mysterious Geographic Explorations of Jasper Morello“. Voto: 7+. Avril et le monde truqué Test di Bechdel:...

Read More

BLAME (2017)

Ormai i prodotti fantascientifici migliori arrivano solo dal mondo delle anime giapponesi, e questa ne è l’ennesima conferma: tanta azione, un futuro remoto e dominato dalle macchine, che però si comportano in modo completamente diverso da “Matrix“, e una bella carrellata di personaggi, che -per quanto stereotipati- funziona a dovere, fino al finale che chiude tutto ma lascia anche spazio ad eventi sequel. Assolutamente da guardare. RSVP: “Matrix“, “Ghost in the Shell“. Voto: 7/8. Blame Test di Bechdel:...

Read More

LEGO BATMAN – IL FILM (2017)

Spin-off del precedente “The LEGO Movie“, si focalizza su uno dei personaggi più riusciti del primo episodio e replica lo stesso paradigma visivo e umoristico, tra citazioni prese dagli ambiti più disparati e riflessioni metanarrative, metacinematografiche e metafumettistiche. Chi ama i noti mattoncini colorati e ha apprezzato il precedente film, non può perderselo. RSVP: “The LEGO Movie“, “Panico al villaggio“. Voto: 7,5. LEGO Batman – Il film Test di Bechdel:...

Read More

IL GIARDINO DELLE PAROLE (2013)

Un’opera poetica – non sorprende che il tutto nasca da un tanka – e delicata, al limite dell’impalpabile, che è un po’ racconto di formazione da un lato e un po’ storia di riabilitazione dall’altro: di solito Shinkai viene accostato a grandi disegnatori come Miyazaki, ma in questo caso forse sarebbe più opportuno paragonarlo a un grande regista del calibro di Wong Kar-Wai. RSVP: “Your Name“, “5 Centimetri al secondo“. Voto: 7,5. Il giardino delle parole Test di Bechdel:...

Read More

OLTRE LE NUVOLE, IL LUOGO PROMESSOCI (2004)

Esordio col botto per Shinkai, che inizia ad abbozzare i temi a lui più cari (che svilupperà poi nei suoi film successivi) e sceglie un’ambientazione garbatamente fantascientifica, come un Giappone alternativo che diventa teatro di una Guerra Fredda 2.0. Fresca e bella come solito la prima parte, più sentimentale; un pochino intricata e oscura la seconda, più fantapolitica. Mezz’ora in più non avrebbe guastato. RSVP: “Your Name“, “5 Centimetri al secondo“. Voto: 7,5. Oltre le nuvole, il luogo promessoci Test di Bechdel:...

Read More

LA MIA VITA DA ZUCCHINA (2016)

Un capolavoro dell’animazione scomodo e coraggioso, che non si fa scrupoli d’infrangere un’infinità di tabù, filtrandoli attraverso gli occhi dei più piccoli: sembra quasi impossibile parlare in modo intelligente e delicato di alcolismo, sessualità, carcere, suicidio, abbandono e violenza in un solo film ai minori di 14 anni; eppure la Sciamma ce la fa. Resta solo il dubbio che forse tutti questi messaggi siano rivolti in modo preventivo ai genitori. RSVP: “Tomboy“, “Il piccolo principe“. Voto: 8. La mia vita da zucchina Test di Bechdel:...

Read More

VIAGGIO VERSO AGARTHA (2011)

Sicuramente il più miyazakiano dei film di Shinkai, pone l’accento su temi per lui inusuali, come l’ecologia e la spiritualità, e anche il ritmo è decisamente più sostenuto del solito. Non mancano comunque i riferimenti alle tradizioni nipponiche e la storia romantica tra adolescenti, veri marchi di fabbrica del regista. Ottimo, come sempre, ma davvero inverecondo il doppiaggio italiano. RSVP: “Laputa – Castello nel cielo“, “Principessa Mononoke“. Voto: 8. Viaggio verso Agartha Test di Bechdel:...

Read More

YOUR NAME (2016)

Shinkai continua a percorrere la sua personalissima strada che lo tiene ben distante dal resto della tradizione anime, curando in modo maniacale sceneggiature ad alto tasso sentimentale e basate sempre sulle difficoltà di comunicazione tra i sessi, specialmente in età adolescenziale. Nonostante lo spunto fantascientifico, riesce ad essere universale nei messaggi e coinvolgente come pochi altri, oltre ad essere tecnicamente irreprensibile. RSVP: “La ragazza che saltava nel tempo“, “5 Centimetri al secondo“. Voto: 8. Your Name Test di Bechdel:...

Read More

SING (2016)

Ci sono tanti animaletti, ognuno con le proprie vicissitudini familiari e le proprie idiosincrasie; c’è la vis comica, anche se è relegata a poche parti che perlopiù esulano dalla storia principale; e c’è una trovata ruffiana e moderna, come quella del reality che ormai è diventato lo standard televisivo occidentale. Un film ad uso e consumo del grande pubblico familiare, che sa accattivarsi il suo pubblico, ma non dice nulla di nuovo o di interessante. RSVP: “Minions“, “Pets – Vita da animali“. Voto: 6+. Sing Test di Bechdel:...

Read More

OCEANIA (2016)

Squadra che vince non si cambia e, così, la Disney decide di riproporre la stessa formula che ha fatto la fortuna dei suoi ultimi film di principesse: una protagonista emancipata e dallo spirito ribelle, diversi brani musicali “catchy” e un racconto di formazione lineare ma dinamico, che mescola astutamente tradizione e innovazione. Il mix funziona a dovere, specialmente con i più piccoli. RSVP: “Frozen – Il regno di ghiaccio“, “Rapunzel – L’intreccio della torre“. Voto: 7,5. Oceania Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy