Categoria: Poliziesco

THE NICE GUYS (2016)

Film vintage fino al midollo, non solo per l’estetica e la colonna sonora (comunque accuratissime), ma anche (e soprattutto) per la sceneggiatura che, scritta dal veterano Shane Black, strizza l’occhio alla tradizione americana dei buddy film anni ’80 e, in particolare, alla serie “Arma Letale” (sostituite Joe Pesci alla figlia di Gosling e trovate le differenze…). Non si può, però, negare che un’opera del genere intrattenga e diverta. RSVP: “Arma Letale 2“, “Vizio di forma“. Voto: 6/7. The Nice Guys Test di Bechdel:...

Read More

CODICE 999 (2016)

Il film scorre liscio e veloce su binari levigati da un’infinità di predecessori, perché una storia di poliziotti corrotti e pivelli che da vittime designate si trasformano in eroi non è certo una novità. C’è quindi del manierismo in tutto questo, è inevitabile, ma anche un livello tecnico d’eccellenza, a partire dal cast per arrivare al montaggio e al sonoro. È cinema che lascia negli occhi quel buon sapore degli anni passati. RSVP: “Inside Man“, “Training Day“. Voto: 6/7. Codice 999 Test di Bechdel:...

Read More

FRENCH CONNECTION (2014)

Riproduzione fredda e un po’ manieristica della storia della mala marsigliese negli anni Settanta: la fedeltà ai fatti è fuori discussione, ma il film manca di epos e di pathos e, più in generale, non riesce proprio a coinvolgere lo spettatore, nonostante il grande cast francese a disposizione. Oltremodo lungo ed evitabile. RSVP: “Legend“, “1981: Indagine a New York“. Voto: 5. French Connection Test di Bechdel:...

Read More

UN POLIZIOTTO DA HAPPY HOUR (2011)

Titolo italiano ignobile per un frizzante poliziesco, impreziosito dal tipico humor nero irlandese: se, infatti, la storia non brilla certo per la sua originalità (ci sono i soliti poliziotti corrotti, i soliti informatori scassati e le solite sparatorie portuali), sono proprio le battute scorrette e l’indole “sleazy” del protagonista a fare la differenza. Tutto molto ruspante e “irish“, dall’ambientazione ai personaggi, ma senza degenerare mai nel farsesco: un grande esordio per McDonagh. RSVP: “Calvario“, “Hot Fuzz“. Voto: 7,5. Un poliziotto da happy hour Test di Bechdel:...

Read More

VIZIO DI FORMA (2014)

Partiamo da una serie di assunti: Phoenix è proprio bravo, la Newsom è sempre e comunque un valore aggiunto, le opere di Pynchon sono delle belle gatte da pelare e P.T. Anderson è uno dei più grandi registi viventi. Se poi riaffiora quello humor sottile dei suoi esordi, in un’ambientazione lisergica come poche, allora il capolavoro post-postmoderno è servito. Ipnotico e labirintico. RSVP: “Il grande Lebowski“, “Ubriaco d’amore“. Voto: 8,5. Vizio di...

Read More

PAWN (2013)

Thriller senza infamia e senza lode, che fa il suo sporco dovere: bravini gli attori, bellini i colpi di scena in itinere e carino il finale. Considerato che si tratta di un esordio, ci si poteva tranquillamente aspettare di peggio. RSVP: “Il negoziatore“, “40 Carati“. Voto: 6....

Read More

SONG’E NAPULE (2013)

Incrocio postmoderno tra pulp, sceneggiata e poliziottesco, con lo humour tipico dei Manetti Bros. Grotteschi ed esagerati come sempre, questa volta sono riusciti a radunare un cast in grado di sostenere dignitosamente la sceneggiatura. Diventerà di culto come la Lancia Flavia dell’inseguimento finale. RSVP: “Napoli violenta“, “Piano 17“. Voto:...

Read More

THE GIRL FROM THE NAKED EYE (2012)

Action movie venato di noir – e non viceversa, come si vuole far credere – in bilico tra l’omaggio a Bruce Lee e il pulp magazine. Il risultato, però, è davvero povero di idee degne di nota ed è recitato in malo modo. RSVP: “Sin City”, “L’investigatore Marlowe”. Voto:...

Read More

MYSTERY ROAD (2013)

Strano punto d’incontro tra western, poliziesco e noir, che conferma la grande originalità del cinema australiano contemporaneo. Anomalo è anche il ritmo – quantomeno per questo tipo di film – che risulta a dir poco blando e ovattato: la surreale sparatoria finale è paradigmatica e, al tempo stesso, esemplare. RSVP: “Le paludi della morte”, “Drive”. Voto:...

Read More

BLACK’S GAME (2012)

Viaggio di sola andata nei neri abissi della deliquenza islandese, in un’escalation di degrado e violenza quasi tarantiniana. A differenza, però, delle opere del buon Quentin, qui viene meno la vitalità dei personaggi, che risultano spenti e, soprattutto, negativissimi. Se c’è del marcio in Nord Europa, questo non è in Danimarca, ma bensì in Islanda. RSVP: “Trainspotting”, “Lock & Stock – Pazzi scatenati”. Voto:...

Read More
  • 1
  • 2

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Un film a caso…

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy