Stimolante e brioso documentario, che offre innumerevoli spunti di riflessione, ma dev’essere preso con le dovute cautele e il giusto senso critico: in alcune parti, specialmente nei capitoli dedicati ad economia e politica, perde un po’ di vista la realtà e degenera quasi nel populismo; ma dev’essere solo lo stimolo a interrogarsi sul futuro del pianeta a prevalere, e l’idea che anche nel piccolo delle nostre vite possiamo iniziare il vero cambiamento.

RSVP: “Racing Extinction“, “Un mondo in pericolo“.

Voto: 7,5. Domani

Test di Bechdel: positivo.