Premesso che Shannon è uno degli attori più adatti a qualsiasi forma di thriller psicologico, nonostante qualche buco narrativo e una caratterizzazione un po’ approssimativa dei personaggi, l’alchimia tra i protagonisti funziona a dovere e al resto ci pensano regia e fotografia, che compensano regalando grandi emozioni (il riflesso nell’ultima scena è il finale perfetto).

RSVP: “Animali notturni“, “Sangue facile“.

Voto: 7. Frank & Lola

Test di Bechdel: negativo.