L’atmosfera fiabesca è palese fin dal sottotitolo, e non mancano i garbati tocchi surreali a condire una storia altrimenti ordinaria. Ma è proprio nel finale, quando viene meno tutta questa parte stra-ordinaria, che però il film si rivela colorato ed evanescente come una bolla di sapone. Promozione con riserva per la semi-esordiente Carone, mentre -un po’ a sorpresa- supera la prova a pieni voti l’ottimo De Sica.

RSVP: “Quando meno te lo aspetti“, “La felicità porta fortuna“.

Voto: 6/7. Fraulein – Una fiaba d’inverno

Test di Bechdel: positivo.