Ennesimo biopic in pompa magna che recupera una coppia di personaggi ormai dimenticata dai più: il titolo, infatti, non si riferisce soltanto al “genio e sregolatezza” di Wolfe, ma soprattutto al talento (parzialmente) incompreso dell’editor Perkins. Ed è proprio l’originale riflessione sul suo ruolo, tanto oscuro quanto determinante, ad essere l’elemento di maggior interesse dell’intera opera.

RSVP: “Il discorso del re“, “L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo“.

Voto: 6/7. Genius

Test di Bechdel: positivo.