Spielberg torna al motion capture a un lustro di distanza da “Le avventure di Tintin” e decide di riproporre la stessa formula – fatta di accuratezza filologica, azione e fantasia – per accattivarsi i più giovani. Anche questa volta la ricetta funziona e, anzi, aggiunge diversi messaggi morali – la solidarietà verso la diversità, il valore dei sogni e la negatività del binomio violenza/ignoranza – con grande efficacia.

RSVP: “La fabbrica di cioccolato“, “Matilde sei mitica“.

Voto: 7+. Il GGG – Il grande gigante gentile

Test di Bechdel: positivo.