Per una volta, Almodovar accantona sperimentazioni, surrealismo, religione e politica per focalizzarsi su ciò che sa fare meglio, ovvero raccontare storie d’amore (in senso lato) che vanno dritte al cuore. Ad onor del vero, in questa circostanza il regista spagnolo si aiuta attingendo a piene mani dai racconti di Alice Munro, e il risultato è toccante come un melodramma e coinvolgente come un thriller. Peccato soltanto per la colonna sonora.

RSVP: “Parla con lei“, “Volver“.

Voto: 7,5. Julieta

Test di Bechdel: positivo.