Film dai toni goticheggianti, dotato anche di una forte vena favolistica e sprazzi di grande poesia e romanticismo: per fortuna non ci sono metaforoni esagerati, né inutili “spiegoni”, e traspare una sincera nostalgia per un certo cinema del passato, che l’opera stessa cerca di “saziare”. Proprio per questo pecca un po’ di originalità, ma che coppia di protagonisti in gran spolvero!

RSVP: “King Kong“, “Il Labirinto del Fauno“.

Voto: 7/8. La forma dell’acqua – The shape of water

Test di Bechdel: positivo.