Servillo di solito è una garanzia, ma in questo caso si concede a un ruolo forse troppo stereotipato e sopra le righe, all’interno di una commedia frizzante ma piena di luoghi comuni, a tratti quasi pieraccioniana. Alla fine, gli ruba la scena -per quanto relegato a un ruolo minore- il solito talentuoso Marinelli, che dimostra una versatilità davvero unica.

RSVP: “Qualcosa di nuovo“, “Questione di karma“.

Voto: 6+. Lasciati andare

Test di Bechdel: positivo.