Un racconto triste e autentico, immortalato in modo essenziale e interpretato da un cast che ci mette testa e cuore, Affleck in primis: ha il respiro e la fotografia di certi drammi indipendenti della fine del secolo scorso, con un uso del sonoro sapiente ed enfatico, ma soprattutto un montaggio che valorizza la sceneggiatura (originale) e sorprende lo spettatore nei momenti cardine.

RSVP: “Tempesta di ghiaccio“, “Conta su di me“.

Voto: 7/8. Manchester by the Sea

Test di Bechdel: negativo.