Opera a uso e consumo del solo pubblico oltranzista cattolico: non si può pensare di avvicinare chi non crede facendo leva sulla componente mistica del cristianesimo, senza proporre nemmeno uno spunto di riflessione originale. Quando il cinema è così asservito all’indottrinamento, allora non è più degno di questo nome, ma diventa una forma di propaganda come tutte le altre. Occasione mancatissima, peccato.

RSVP: “L’ultima cima“, “Lourdes“.

Voto: 4. Terra di Maria