Buono lo spunto della squadra di protagoniste tutta al femminile, perseguitata da un gruppo di cacciatori tutto al maschile; allo spettatore più attento, però, non sfuggirà la somiglianza con il belga “Cub“, con i bambini rimpiazzati dalle donne, con tanto di persecutore ferino al seguito. Il problema di questo film è, infatti, la carenza di creatività, che ingrigisce le numerose uccisioni e rende tutto altamente prevedibile.

RSVP: “Preservation“, “Cub – Piccole Prede“.

Voto: 6-. Quarries

Test di Bechdel: positivo.