Film horror dell’anno, a cui non si può chiedere di più: c’è l’incipit spiazzante, c’è tensione a palate dall’inizio alla fine, c’è il metaforone politico, ci sono tanti personaggi uno più inquietante dell’altro, ci sono gli spunti comici d’alleggerimento, ci sono i colpi di scena (prima sembra uno slasher, poi “La casa nera” e poi “Society“…), ci sono un’infinità di scene azzeccate e, soprattutto, c’è un gran bel finale. E per fortuna che è un esordio!

RSVP: “The Invitation“, “Society – The Horror”.

Voto: 8. Scappa – Get Out

Test di Bechdel: positivo.