Si può girare in Italia un film d’intrattenimento che unisca azione, divertimento, una forte identità estetica e un pizzico di critica sociale? E, soprattutto, si può fare una trilogia senza pianificarla, in cui il secondo episodio regga il confronto con il primo? Dopo un esordio col botto, Sibilia si ripete con un sequel godibilissimo: forse viene meno l’originalità, ma non il brio e le trovate, e anche la sceneggiatura è davvero accattivante.

RSVP: “Smetto quando voglio“, “Logan Lucky“.

Voto: 7+. Smetto quando voglio – Masterclass

Test di Bechdel: positivo.