Un altro patinatissimo collage di spot pubblicitari di profumi che, però, riesce ad avere una buona coerenza interna e un plot finalmente degno di questo nome. Purtroppo cotanto formalismo va a penalizzare il tasso emozionale, che qui e là riesce ad emergere, ma mai con la giusta forza e, soprattutto, mai per più di una manciata di secondi. Vedremo come andrà col prossimo film di Malick.

RSVP: “To the wonder“, “Knight of Cups“.

Voto: 7–. Song to song

Test di Bechdel: positivo.