La storia è il classico feuilleton d’altri tempi, con un ampio ed epico respiro, vicende personali che s’intrecciano con eventi storici e sfortuna a palate, a rendere la vita ancor più dura di quel che è. Nella prima ora e mezza è un mezzo capolavoro, grazie a una splendida fotografia e ad alcune scene (i preparativi per il matrimonio, ad esempio) davvero riuscite; si perde, invece, nel finale con alcune svolte poco credibili e un po’ forzate, oltre a un eccesso di teatralità. Peccato, perché nel genere sarebbe stato uno dei film migliori degli ultimi anni.

RSVP: “Via col vento“, “Via dalla pazza folla“.

Voto: 7-. Sunset song

Test di Bechdel: positivo.