Tag: action

DUNKIRK (2017)

È vero che Nolan riesce nell’ardua -e per certi versi discutibile- impresa di “svuotare” sentimentalmente ed emotivamente il contesto bellico, ma è altrettanto vero che ormai solo lui riesce a conciliare il grande cinema d’intrattenimento con un’attenzione formale unica e una precisione dei meccanismi interni degna di un orologio svizzero. E così la guerra diventa un intreccio di piani e di spazi temporali che avvince, convince e angoscia come pochi altri. RSVP: “La sottile linea rossa“, “Inception“. Voto: 8,5. Dunkirk Test di Bechdel:...

Read More

BABY DRIVER (2017)

L’inseguimento iniziale frantuma in pochi minuti gli ultimi “Fast & Furious“, mentre il successivo piano sequenza a ritmo di musica fa invidia a “La la land“, senza dimenticare l’esplosivo finale à la “Terminator 2“; il tutto come se fosse un musical. D’accordo, sarà un film di genere e non aggiungerà -forse- nulla alla storia del cinema, ma Edgar Wright dimostra di avere la stoffa per reggere il grande salto e sforna uno dei migliori action movie degli ultimi anni. RSVP: “Drive“, “Fast & Furious“. Voto: 7/8. Baby Driver Test di Bechdel:...

Read More

KIDNAP CAPITAL (2017)

Ha la tensione di un thriller classico e non mancano neppure i colpi di scena, eppure parla di sfruttamento dell’immigrazione e di gente che campa sull’altrui disperazione. Non sarebbe stato male premere un po’ di più il piede sull’acceleratore della violenza, mentre la regia non è certamente delle più innovative, ma alla fine il film funziona e qualche riflessione su temi così attuali non guasta mai. RSVP: “Crossing Over“, “Sicario“. Voto: 6/7. Kidnap Capital Test di Bechdel:...

Read More

2:22 – IL DESTINO È GIÀ SCRITTO (2017)

Va bene la ricerca della sorpresa a tutti i costi e dello spunto surreale per rinverdire la tradizione dei thriller sentimentali, ma in casi come questo il troppo stroppia e, se da un lato la storia d’amore rimane così piatta e stilizzata da non diventare mai verosimile, dall’altro la vicenda assume contorni così fumosi da rasentare l’insensato. RSVP: “Adaline – L’eterna giovinezza“, “Synchronicity“. Voto: 5. 2:22 – Il destino è già scritto Test di Bechdel:...

Read More

SLEIGHT (2016)

Un po’ B-movie di supereroi di borgata e un po’ film indie di prestigiatori alle prime armi, ma è tutto fuorché scalcinato: la regia è davvero impeccabile, la storia tiene davvero incollati davanti allo schermo e anche il protagonista – giovanissimo, ma già apprezzato in “Maze Runner” e, soprattutto, “Collateral Beauty” – offre una performance solida e convincente. RSVP: “Iron Man“, “The Prestige“. Voto: 7,5. Sleight Test di Bechdel:...

Read More

KING ARTHUR – IL POTERE DELLA SPADA (2017)

Se l’incipit ricorda un “Signore degli Anelli” pacchiano quasi quanto “300“, è nella parte centrale che emerge con forza lo stile di Ritchie, con un Re Artù che sembra un gangster e un ritmo sincopato che fa un po’ “Snatch” in costume; si finisce con uno scontro più fracassone che epico, con abbondante uso di CGI à la “Scontro tra titani“. Caruccio, ma… davvero altri 5 film così?! RSVP: “Sherlock Holmes“, “Scontro tra titani“. Voto: 6,5. King Arthur – Il potere della spada Test di Bechdel:...

Read More

FREE FIRE (2016)

Dopo un progetto decisamente ambizioso come “High-Rise“, in cui Wheatley sembrava ormai pronto al grande salto, il regista inglese decide -un po’ a sorpresa- di concedersi una banale opera di maniera, ben realizzata ma ampiamente già vista e sentita sotto ogni punto di vista. Ora che si è tolto lo sfizio di fare il verso a Tarantino e a Ritchie, speriamo che torni ai lidi più originali a cui ci aveva abituati. RSVP: “Le Iene“, “Down Terrace“. Voto: 6–. Free Fire Test di Bechdel:...

Read More

LET ME MAKE YOU A MARTYR (2017)

È un po’ come se Tarantino volesse prendersi sul serio una volta tanto e rifacesse “Una pura formalità” di Tornatore, con i toni e i personaggi di un “Pulp Fiction” più sgangherato e marcio. Inizia in sordina, e per circa metà film non è ben chiaro chi voglia uccidere chi e per quale motivo, ma dopo tutto si dipana a dovere, complice qualche spunto surreale e un’ottima sceneggiatura. RSVP: “Una pura formalità“, “Pulp Fiction“. Voto: 7. Let me make you a martyr Test di Bechdel:...

Read More

ONCE UPON A TIME IN VENICE (2017)

Un film così e, soprattutto, con questo cast meritava una sceneggiatura più brillante e una più tangibile sensazione di divertimento, mentre in realtà tutto rimane comunque molto controllato e misurato. Poteva essere rutilante come una smitragliata di Uzi a una sagra paesana, e invece è innocuo come una salva di fucile da softair al poligono. Un’occasione sprecata. RSVP: “The Nice Guys“, “Don’t Kill it“. Voto: 5. Once upon a time in Venice Test di Bechdel:...

Read More

ALIEN: COVENANT (2017)

Ha un qualche vago senso parlare di un film che non può prescindere dalla visione di un mediocre prequel e ha il solo scopo di raccordare la trilogia classica di Alien con tutto il resto? La risposta è ovviamente no, e francamente la visione è tiepidamente consigliata solo a chi ha già visto tutti e quattro i precedenti film. RSVP: “Prometheus“, “Alien vs. Predator“. Voto: SV. Alien: Covenant Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy