Tag: action

BLADE OF THE IMMORTAL (2017)

La storia è quasi risibile: un samurai, una maledizione e una marea di scontri all’arma bianca. Ciò che rende il film più interessante -oltre agli effetti della maledizione sul protagonista- è la carrellata interminabile di armi utilizzate dai personaggi e le relative coreografie nei combattimenti. Forse una mezz’oretta in meno, però, non avrebbe guastato. RSVP: “13 Assassini“, “I sette samurai“. Voto: 6,5. Blade of the Immortal Test di Bechdel:...

Read More

BLADE RUNNER 2049 (2017)

La confezione è a dir poco magniloquente e Villeneuve si conferma come uno dei più talentuosi registi in circolazione, mentre dal punto di vista tematico il film non è affatto male: si discosta quel tanto che basta dal predecessore e tira in ballo nuovi temi più attuali, anche se tende a mettere troppa carne al fuoco e a fare più fumo che arrosto. La sceneggiatura, invece, è il tallone d’Achille, con qualche buco qua e là e soprattutto una carrellata di cattivi stilizzati, banali e per nulla coinvolgenti. Purtroppo incombe un terzo episodio. RSVP: “Blade Runner“, “Her“. Voto: 6,5....

Read More

HAPPY HUNTING (2017)

Droga, regolamenti di conti, alcolismo, razzismo e ordinarietà della violenza: tutto il marcio dell’America contemporanea scoppia in faccia allo spettatore, in questo film dal budget tutt’altro che sontuoso ma che non ha nulla da invidiare ai primi Tarantino. E non mancano neppure gli sprazzi di satira politica, tra muri, neo-sudisti e bifolchi armati fino ai denti. RSVP: “Green Room“, “Cold in July“. Voto: 7. Happy Hunting Test di Bechdel:...

Read More

LA TORRE NERA (2017)

Il film in sé non è realizzato neanche malaccio, ma non ci azzecca proprio nulla con la splendida saga letteraria di Stephen King, e alla fine diventa il solito racconto di formazione manicheo, condito da un vago superomismo di sapore marvelliano. Tanto valeva non girarlo neppure. RSVP: “Il luogo delle ombre“, “Terminator Genisys“. Voto: 4. La Torre Nera Test di Bechdel:...

Read More

WIND RIVER (2017)

Questa volta Sheridan fa tutto da solo e chiude nel migliore dei modi la sua personale trilogia delle nuove frontiere americane, con un altro thriller dal piacevole retrogusto western: solita sceneggiatura solidissima, soliti personaggi ben delineati e soliti scenari naturali affascinanti e potenti. Non raggiungerà le vette di “Hell or High Water“, ma si conferma un grandissimo autore. RSVP: “Insomnia“, “Hell or High Water“. Voto: 7,5. Wind River Test di Bechdel:...

Read More

WONDER WOMAN (2017)

Questa volta non c’è Snyder dietro alla macchina da presa, ma il suo zampino nella produzione è facilmente riconoscibile, tra combattimenti al rallenty, gesti atletici spropositati, scenografie cromaticamente rutilanti e sprazzi di riferimenti classici. E poi vabbé, tutto il resto è la solita minestra superomistica con i soliti conflitti morali tipici della DC Comics. RSVP: “Batman v Superman: Dawn of Justice“, “300“. Voto: 4/5. Wonder Woman Test di Bechdel:...

Read More

STRAY BULLETS (2016)

Una sorta di coming of age movie dalla verve tarantiniana, sempre verboso, a tratti violento e pieno di personaggi ambigui. Considerato che si tratta di un esordio dal budget irrisorio, il regista (che è anche il protagonista) dimostra di avere una certa stoffa, azzeccando diverse scene e un paio di personaggi notevoli. Verso il finale, perde qualche colpo la sceneggiatura, quasi come se dovesse essere chiusa in fretta e furia. RSVP: “I don’t feel at home in this world anymore“, “The Liability“. Voto: 6,5. Stray Bullets Test di Bechdel:...

Read More

CATTIVISSIMO ME 3 (2017)

Se i due precedenti film della serie e, soprattutto, lo spin-off “Minions” si erano focalizzati sul pubblico più giovane, questa volta gli autori aggiustano il tiro e ammiccano con decisione ai loro genitori, tra citazioni Eighties e riflessioni sulla genitorialità. Va da sé che la componente slapstick dei minions viene relegata a poche parti isolate, che non brillano certo per inventiva. Forse non sarà soddisfacente come i suoi predecessori, ma sicuramente è un buon quarto episodio. RSVP: “Cattivissimo me“, “Cattivissimo me 2“. Voto: 6/7. Cattivissimo me 3 Test di Bechdel:...

Read More

DUNKIRK (2017)

È vero che Nolan riesce nell’ardua -e per certi versi discutibile- impresa di “svuotare” sentimentalmente ed emotivamente il contesto bellico, ma è altrettanto vero che ormai solo lui riesce a conciliare il grande cinema d’intrattenimento con un’attenzione formale unica e una precisione dei meccanismi interni degna di un orologio svizzero. E così la guerra diventa un intreccio di piani e di spazi temporali che avvince, convince e angoscia come pochi altri. RSVP: “La sottile linea rossa“, “Inception“. Voto: 8,5. Dunkirk Test di Bechdel:...

Read More

BABY DRIVER (2017)

L’inseguimento iniziale frantuma in pochi minuti gli ultimi “Fast & Furious“, mentre il successivo piano sequenza a ritmo di musica fa invidia a “La la land“, senza dimenticare l’esplosivo finale à la “Terminator 2“; il tutto come se fosse un musical. D’accordo, sarà un film di genere e non aggiungerà -forse- nulla alla storia del cinema, ma Edgar Wright dimostra di avere la stoffa per reggere il grande salto e sforna uno dei migliori action movie degli ultimi anni. RSVP: “Drive“, “Fast & Furious“. Voto: 7/8. Baby Driver Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Un film a caso…

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy