Tag: horrordy

THE LURE (2015)

Più che di un vero e proprio film dell’orrore, in questo caso si potrebbe parlare di una rivisitazione della favola de “La sirenetta” in chiave dark-pop: l’estetica e la colonna sonora sono fortemente anni Ottanta e non si fanno problemi a degenerare nel kitsch quando serve; in realtà, sotto a questa patina glitterata, c’è un po’ di racconto di formazione al femminile, un po’ di fiaba edificante e un po’ di satira politica. Originale. RSVP: “SiREN“, “Thale“. Voto: 7. The Lure Test di Bechdel:...

Read More

PREVENGE (2016)

In passato, la Lowe ha lavorato con Wheatley sia come attrice che come sceneggiatrice, e questo è evidente fin dalla prima scena: stessa estetica raffinata, stessi sbotti d’ira, stessi ammazzamenti cruenti (al limite dello splatter) e stessi dialoghi in bilico tra il pulp e la black comedy. Interessanti le critiche che muove alla società contemporanea per le contraddizioni sul ruolo della donna incinta. RSVP: “Killer in viaggio“, “Lucky“. Voto: 7+. Prevenge Test di Bechdel:...

Read More

FEAR, INC. (2016)

Prendete il soggetto di “The Game“, fatelo girare da Wes Craven e alzate l’asticella del gore ai livelli di “Saw – L’enigmista“: otterrete qualcosa di molto simile a questa horrordy terribilmente metacinematografica, ma al tempo stesso alquanto prevedibile (quantomeno per gli spettatori più “navigati”). Produzione relativamente low budget, ma cast, effetti e fotografia non fanno rimpiangere nulla. RSVP: “The Game – Nessuna regola“, “Scream“. Voto: 6/7. Fear, Inc. Test di Bechdel:...

Read More

YOGA HOSERS (2016)

Se già il precedente “Tusk” aveva suscitato qualche perplessità, questo secondo episodio della trilogia “True North” – ideata dal caustico regista di “Clerks” e “Dogma” – risulta ancora più fuori fuoco, meno convincente e più autocompiaciuto. Nonostante qualche spunto interessante, non si capisce mai bene a chi si rivolga (non è né un vero horror, né un teen movie) e non riesce neppure a far ridere. RSVP: “Tusk“, “Scott Pilgrim vs. the World“. Voto: 5. Yoga Hosers Test di Bechdel:...

Read More

HOLIDAYS (2016)

Come spesso accade negli horror antologici di questo tipo, ci sono alti e bassi notevoli ed è estremamente difficile giudicare in modo coerente opere così disomogenee. A parte questo, se non cercate eccessi splatter, ma piuttosto i colpi di scena improbabili in stile “The Twilight Zone“, allora film come questo non vi deluderanno, regalandovi un paio d’ore di onesto e spaventoso intrattenimento. RSVP: “Tales of Halloween“, “Southbound“. Voto: 6. Holidays Test di Bechdel:...

Read More

FACCIAMOLA FINITA (2012)

Umorismo costantemente eccessivo, a tratti per autoreferenzialità e a tratti per volgarità, che però non riesce mai nell’intento di divertire genuinamente lo spettatore. Lo humor nero è roba da inglesi: decisamente meglio affidarsi a loro per questo genere di film (per ulteriori approfondimenti, rivolgersi a Edgar Wright e alla sua cosiddetta “Trilogia del Cornetto“). Anche questa volta, Franco ha toppato. RSVP: “La fine del mondo“, “The Interview“. Voto: 4. Facciamola finita Test di Bechdel:...

Read More

CRUSH THE SKULL (2015)

Horrordy low budget che si colloca a metà strada tra la parodia dei moderni torture porn e la classica black comedy di stampo anglosassone: il risultato, penalizzato da una regia casereccia da reality show, non è né carne né pesce, strappando un paio di sorrisi contati e piazzando altrettanti “colpetti” di scena proprio dove te li aspetteresti. C’è di bello che non si prende troppo sul serio e, comunque, c’è chi fa di peggio con ben altri mezzi. RSVP: “I didn’t come here to die“, “I survived a zombie holocaust“. Voto: 5,5. Crush the skull Test di Bechdel:...

Read More

BLOODSUCKING BASTARDS (2015)

Dissacrare il moderno mondo lavorativo, così rampante e privo di scrupoli, attraverso l’umorismo più nero non è certo una novità. Il film, però, funziona discretamente proprio perché non ha alcuna velleità di prendersi troppo sul serio e i suoi toni, così come il ritmo, sono quasi da sitcom. RSVP: “L’alba dei morti dementi“, “Severance – Tagli al personale“. Voto: 6,5. Bloodsucking...

Read More

COOTIES (2015)

Ormai impazza la moda delle horrordy che vogliono fare il verso ai cliché del genere orrorifico e sono piene zeppe di ammiccamenti verso la tradizione dell’ultimo ventennio. Anche in questo caso, le citazioni – “Lo Hobbit” in primis – si sprecano e, alla fine, ogni intento parodistico viene svilito dalla sua prevedibilità. Però bisogna ammettere che è proprio confezionato ad arte. RSVP: “The final girls“, “The children“. Voto: 6,5....

Read More

THE FINAL GIRLS (2015)

Un film che da grande voleva fare il game changer e che, per giunta, ha più di qualche velleità metacinematografica. Il tutto, invece, si tramuta proprio in ciò che vorrebbe prendere in giro, senza il mordente né gli spunti di un capolavoro come “Quella casa nel bosco“. Guadagna la sufficienza solo grazie all’eccellente trovata dei flashback funzionali. RSVP: “Scream“, “Quella casa nel bosco“. Voto: 6+. The Final...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Un film a caso…

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy