Tag: indipendent

LAST FLAG FLYING (2017)

Tipico film in linea con la tradizione linklateriana: sceneggiatura consistente e impeccabile, performance strepitose dei protagonisti e tematiche ricorrenti come l’analisi del corso del tempo, gli sviluppi nelle relazioni interpersonali nell’arco degli anni e la ricerca di un’identità socioculturale. Essenziale ed efficace, come sempre. RSVP: “Nella valle di Elah“, “Tutti vogliono qualcosa“. Voto: 7,5. Last Flag Flying Test di Bechdel:...

Read More

LADY BIRD (2017)

Promettentissimo esordio per la Gerwig, che fa pienamente tesoro dell’esperienza maturata lavorando con alcuni dei più grandi registi indie e, in particolare, con Baumbach, tant’è che il film può essere quasi considerato un prequel del suo “Mistress America“. Sicuramente è il miglior coming of age movie dell’anno, in un delicato equilibrio tra intento caustico e poetico, tra ribellione adolescenziale e sana aspirazione all’emancipazione. RSVP: “Rushmore“, “Mistress America“. Voto: 7/8. Lady Bird Test di Bechdel:...

Read More

THE FLORIDA PROJECT (2017)

Opera neo(n)realista che guarda all’essenza della storia e della società americana, senza fronzoli e con un vigore autentico quasi da documentario: il film riesce infatti a suscitare nello spettatore sentimenti perlopiù negativi, come rabbia e desolazione, ma non lascia spazio al buonismo o al pietismo. Eccellente Dafoe nei panni del gestore del motel che è anche un po’ padre, nonno e guida per gli altri personaggi. RSVP: “American Honey“, “Sunlight Jr.“. Voto: 7,5. The Florida Project Test di Bechdel:...

Read More

THE LIMEHOUSE GOLEM (2016)

Period thriller d’intrattenimento, ben girato e ben interpretato, che propone la caccia a un antesignano di Jack lo squartatore, sotto forma di giallo investigativo (con tanto di racconti in soggettiva dei principali sospettati). I meccanismi girano davvero bene e l’indagine risulta molto coinvolgente, anche se -con un pizzico d’attenzione- il vero colpevole si può intuire ben prima del finale. RSVP: “Profumo – Storia di un assassino“, “La vera storia di Jack lo squartatore“. Voto: 6/7. The Limehouse Golem Test di Bechdel:...

Read More

TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI (2017)

Un ritratto genuino dell’America più rurale e ruspante, che unisce una raffinata analisi sociologica alle tipiche contraddizioni dei nostri tempi, come non si vedeva dai tempi dei primi Coen. Non manca infatti di strappare qualche sorriso qua e là, e -oltre al cast in stato di grazia- ciò che colpisce maggiormente è la sceneggiatura: di una solidità più unica che rara, è indubbiamente la migliore dell’ultimo anno. RSVP: “Fargo“, “Hell or High Water“. Voto: 8. Tre manifesti a Ebbing, Missouri Test di Bechdel:...

Read More

SMETTO QUANDO VOGLIO – MASTERCLASS (2017)

Si può girare in Italia un film d’intrattenimento che unisca azione, divertimento, una forte identità estetica e un pizzico di critica sociale? E, soprattutto, si può fare una trilogia senza pianificarla, in cui il secondo episodio regga il confronto con il primo? Dopo un esordio col botto, Sibilia si ripete con un sequel godibilissimo: forse viene meno l’originalità, ma non il brio e le trovate, e anche la sceneggiatura è davvero accattivante. RSVP: “Smetto quando voglio“, “Logan Lucky“. Voto: 7+. Smetto quando voglio – Masterclass Test di Bechdel:...

Read More

THE KILLING OF A SACRED DEER (2017)

Dialoghi postmoderni, surreali e assolutamente sbilenchi, abbinati a una regia formalmente impeccabile ma anche fortemente statica, il tutto infarcito di tensioni e inquietudini sussurrate ma onnipresenti: i marchi di fabbrica di Lanthimos sono sempre riconoscibili e ben presenti, perfino in questa che è la sua prima grande prova hollywoodiana. Ma la classe non è acqua, e così il regista greco passa anche questa difficile prova a pieni voti, nonostante il finale sia meno spiazzante del solito. RSVP: “Alps“, “Regali da uno sconosciuto – The Gift“. Voto: 7/8. The Killing of a Sacred Deer Test di Bechdel:...

Read More

DETROIT (2017)

Opera dalla regia vigorosa e dal montaggio vibrante, la cui sceneggiatura inizia in modo sincopato, per creare un bel quadro d’insieme della situazione caotica in cui versava Detroit ai tempi delle vicende narrate. Diventa, invece, più lineare e tradizionale quando si focalizza sugli eventi all’interno del motel, perdendo leggermente di vista l’intento storiografico e sociologico. RSVP: “Zero Dark Thirty“, “Mississipi Burning – Le radici dell’odio“. Voto: 7,5. Detroit Test di Bechdel:...

Read More

RUTH & ALEX – L’AMORE CERCA CASA (2014)

Commedia romantica della terza età, con una New York ben in evidenza, una brava coppia di protagonisti e un tema sfizioso e originale come la compravendita di immobili (e -sotto sotto- anche la paura del terrorismo); e non manca neppure una piacevole escalation di tensione nel momento topico. Ma perché quel sottotitolo così insulso per il mercato italiano?! RSVP: “Tutto può succedere“, “The Meyerowitz Stories“. Voto: 7. Ruth & Alex – L’amore cerca casa Test di Bechdel:...

Read More

LOVING VINCENT (2016)

La ricostruzione degli ultimi anni di vita di Van Gogh si trasforma in una sorta di giallo, che coinvolge tutte le persone che l’hanno conosciuto e influenzato. Il film è verboso ed estremamente statico, ma proprio perché è più importante la composizione delle scene che il dinamismo delle stesse: il risultato è un capolavoro di artigianato visivo, che manderà in sollucchero gli estimatori dell’espressionismo. RSVP: “Shirley: Visions of Reality“, “Waking Life“. Voto: 8. Loving Vincent Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong.
Instagram token error.

Un film a caso…

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy