Tag: italy

CHIAMAMI COL TUO NOME (2017)

Una ricostruzione tanto meticolosa quanto accattivante dei primi anni Ottanta in Italia, immortalata in modo sontuoso e sostenuta da una sceneggiatura -tratta da un romanzo dello scorso decennio- che riesce comunque a essere moderna ed equilibrata, senza abbandonarsi a derive estreme. Forse avrebbe meritato una componente classicista più marcata, ma probabilmente sarebbe risultato ancor più elitario. Ottima la colonna sonora. RSVP: “Il giardino dei Finzi Contini“, “Unrelated“. Voto: 7,5. Chiamami col tuo nome Test di Bechdel:...

Read More

SUBS HEROES (2018)

Finalmente un documentario made in Italy con un tema, un’estetica e una sceneggiatura di stampo moderno, in linea con la scuola americana. Azzeccati gli accostamenti tra macrostoria e microstoria, la ricostruzione del progresso tecnologico dell’ultimo decennio e le parentesi accademiche, ma ancor più azzeccati i personaggi (alcuni dei quali forse avrebbero meritato ulteriori approfondimenti). Peccato per la carenza di infografiche che -disseminate qua e là- non avrebbero guastato. RSVP: “Elstree 1976“, “The Wolfpack“. Voto: 7,5. Subs Heroes Test di Bechdel:...

Read More

ELLA & JOHN – THE LEISURE SEEKER (2017)

Virzì si sta specializzando nelle fughe on the road di coppie problematiche, e lo sta facendo nel migliore dei modi: i toni sono sempre quelli della commedia, con una leggerezza davvero esemplare nonostante l’intrinseca drammaticità dei personaggi, e la storia che ne nasce è un inno alla vita, alla vitalità, all’amore e alla famiglia. Strepitosi entrambi i protagonisti. RSVP: “La pazza gioia“, “A proposito di Schmidt“. Voto: 7/8. Ella & John – The Leisure Seeker Test di Bechdel:...

Read More

SMETTO QUANDO VOGLIO – MASTERCLASS (2017)

Si può girare in Italia un film d’intrattenimento che unisca azione, divertimento, una forte identità estetica e un pizzico di critica sociale? E, soprattutto, si può fare una trilogia senza pianificarla, in cui il secondo episodio regga il confronto con il primo? Dopo un esordio col botto, Sibilia si ripete con un sequel godibilissimo: forse viene meno l’originalità, ma non il brio e le trovate, e anche la sceneggiatura è davvero accattivante. RSVP: “Smetto quando voglio“, “Logan Lucky“. Voto: 7+. Smetto quando voglio – Masterclass Test di Bechdel:...

Read More

8 BIT GENERATION: THE COMMODORE WARS (2016)

Storia di un piccolo produttore di calcolatrici che, attraverso alcune intuizioni geniali, riuscì a ritagliarsi il suo momento di celebrità, surclassando addirittura Apple. Un po’ lezione di vita, un po’ spaccato di storia contemporanea, e un po’ strizzatina d’occhio ai millennial nerd, il film è fatto essenzialmente di persone e racconti perfetti per il cinema. Imprescindibile per chi ha vissuto la nascita del mito della Silicon Valley. RSVP: “I pirati di Silicon Valley“, “The Social Network“. Voto: 7/8. 8 Bit Generation: The Commodore Wars Test di Bechdel:...

Read More

THE PLACE (2017)

Una delle migliori riflessioni sul libero arbitrio mai proposte sul grande schermo, adottando soluzioni tanto minimali quanto efficaci: un’unica location (peraltro un nonluogo), una decina di attori (tutti bravissimi, in particolare il monumentale Mastandrea), una sceneggiatura solida e un’estetica moderna (e anche un po’ hollywoodiane). La parte più interessante dell’opera sta nell’inevitabile rapporto interlocutorio che viene a crearsi con lo spettatore, che viene costretto a interrogarsi sulla propria morale, e non solo su quella dei personaggi. RSVP: “Perfetti Sconosciuti“, “Avvenne domani“. Voto: 7,5. The Place Test di Bechdel:...

Read More

ROSIGNANO SOLVAY – LA FABBRICA CHE SI FECE GIARDINO (2017)

Originale case study riguardante una città nata dal company housing di una multinazionale agli inizi del Novecento: da un lato, l’analisi architettonica e urbanistica danno la misura dell’impatto positivo che questo esperimento ha avuto sul territorio; dall’altro, traspare chiaramente l’influenza culturale e sociale del sistema Solvay, che ha cambiato faccia -nel bene e nel male- alla città e ai suoi abitanti. RSVP: “Urbanized“, “Unfinished Spaces“. Voto: 7. Rosignano Solvay – La fabbrica che si fece giardino Test di Bechdel:...

Read More

FORTUNATA (2017)

Una storia semplice, fatta delle sfide, delle sfortune e dei sogni che ogni giorno devono affrontare i nuovi proletari, in un contesto difficile come quello dei bassifondi multietnici romani. Il neon-realismo (più che neorealismo) di Castellitto funziona finché non concede il fianco alla retorica, tra citazioni classicistiche (Antigone) e personaggi meno credibili (Accorsi). Ottima come sempre la Trinca, ed ennesima conferma del talento di Borghi. RSVP: “Il padre d’Italia“, “Nessuno si salva da solo“. Voto: 7. Fortunata Test di Bechdel:...

Read More

LA RAGAZZA NELLA NEBBIA (2017)

Atmosfere algide, da thrillerone nord europeo, unite ai toni un po’ vintage del giallo d’indagine italiano, il tutto rinfrescato dalle moderne riflessioni sul tritacarne mediatico dei nostri giorni. Carrisi debutta alla regia come un discreto manierante, ma è l’intreccio -basato sulla solida sceneggiatura ricavata dal suo romanzo- a dare spessore all’opera. Non si griderà al miracolo e non sarà il massimo dell’innovazione, ma è meglio del 90% dei thriller usciti nell’ultimo lustro. RSVP: “L’uomo di neve“, “La ragazza del lago“. Voto: 7. La ragazza nella nebbia Test di Bechdel:...

Read More

IL TUNNEL SOTTO IL MONDO (1969)

Nonostante gli evidenti limiti tecnici, è altrettanto innegabile la genialità del soggetto scelto e della regia adottata: la paranoia del complotto mondiale, la giornata che si ripete immutabile, la camera a mano tremante, l’audio asincrono (ridoppiato), gli inserimenti di tavole grafiche statiche… Inspiegabile che ancora oggi nessuno ne parli, né se lo ricordi, né tantomeno tributi i giusti meriti a Cozzi. RSVP: “Dark City“, “Ricomincio da capo“. Voto: 9. Il tunnel sotto il mondo Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong.
Instagram token error.

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy