Tag: musical

BABY DRIVER (2017)

L’inseguimento iniziale frantuma in pochi minuti gli ultimi “Fast & Furious“, mentre il successivo piano sequenza a ritmo di musica fa invidia a “La la land“, senza dimenticare l’esplosivo finale à la “Terminator 2“; il tutto come se fosse un musical. D’accordo, sarà un film di genere e non aggiungerà -forse- nulla alla storia del cinema, ma Edgar Wright dimostra di avere la stoffa per reggere il grande salto e sforna uno dei migliori action movie degli ultimi anni. RSVP: “Drive“, “Fast & Furious“. Voto: 7/8. Baby Driver Test di Bechdel:...

Read More

THE LURE (2015)

Più che di un vero e proprio film dell’orrore, in questo caso si potrebbe parlare di una rivisitazione della favola de “La sirenetta” in chiave dark-pop: l’estetica e la colonna sonora sono fortemente anni Ottanta e non si fanno problemi a degenerare nel kitsch quando serve; in realtà, sotto a questa patina glitterata, c’è un po’ di racconto di formazione al femminile, un po’ di fiaba edificante e un po’ di satira politica. Originale. RSVP: “SiREN“, “Thale“. Voto: 7. The Lure Test di Bechdel:...

Read More

FOLK HERO & FUNNY GUY (2016)

Uno dei film più genuinamente mumblecore dell’anno: c’è il solito odioso e insicuro Karpovsky, c’è l’amico antagonista e hipster fino all’osso e ci sono una marea di dubbi sul lavoro, sull’amore e sul futuro in generale, oltre alla musica indie e alle birre IPA. Non bisogna cercare l’originalità in un’opera come questa: ciò che conta davvero è la sceneggiatura, insieme alle interpretazioni dei protagonisti, e sotto questo punto di vista è perfetta. RSVP: “Supporting Characters“, “Red Flag“. Voto: 7. Folk Hero & Funny Guy Test di Bechdel:...

Read More

SING (2016)

Ci sono tanti animaletti, ognuno con le proprie vicissitudini familiari e le proprie idiosincrasie; c’è la vis comica, anche se è relegata a poche parti che perlopiù esulano dalla storia principale; e c’è una trovata ruffiana e moderna, come quella del reality che ormai è diventato lo standard televisivo occidentale. Un film ad uso e consumo del grande pubblico familiare, che sa accattivarsi il suo pubblico, ma non dice nulla di nuovo o di interessante. RSVP: “Minions“, “Pets – Vita da animali“. Voto: 6+. Sing Test di Bechdel:...

Read More

LA LA LAND (2016)

Un’opera senza macchia e senza paura, dal cuore citazionista e -a tratti- metacinematografico, che riesce a sorprendere con le sue scelte tecnicamente ardite e riuscitissime, tra funambolici movimenti di macchina, rutilanti scenografie funzionali ed efficaci coreografie di ballo, condensate in lunghi piani sequenza. La scena iniziale varrebbe da sola l’Oscar per la miglior regia e il miglior montaggio, ma anche la Stone non è da meno e -a conti fatti- 7 statuette sarebbero il minimo sindacale. RSVP: “The Artist“, “Café Society“. Voto: 8. La La Land Test di Bechdel:...

Read More

AMERICAN HONEY (2016)

Monumentale coming of age movie, che con grande freschezza e immediatezza (sembra quasi un musical on the road) traccia un preciso ritratto dei nuovi post-adolescenti americani: schizoidi, disillusi, materialisti, privi di sogni e di prospettive. Stilisticamente ricorda un mix tra Van Sant e Dolan e riesce a imprimere un forte lirismo a vicende di una quotidianità quasi imbarazzante; solo la durata, alla fine dei conti, risulta leggermente eccessiva. RSVP: “The Land“, “Quasi Famosi“. Voto: 8-. American Honey Test di Bechdel:...

Read More

THIS IS SPINAL TAP (1984)

L’ambientazione risente in modo piuttosto massiccio del peso degli anni passati, ma gli estimatori del genere non potranno non apprezzare un mockumentary che ne rivisita tutti i cliché con un sano – e immortale – humour inglese. Cult movie. RSVP: “Forgotten Silver“, “The Rutles“. Voto: 8. This is spinal...

Read More

IL LIBRO DELLA VITA (2014)

Racconto a tinte nere in perfetto stile Burton, alleggerito dai colori del folklore messicano, dall’aspetto “pupazzesco” dei personaggi e dal medley musicale che punta più al divertimento che alla coerenza. Pochi possono vantare il fiuto di Del Toro per il cinema d’intrattenimento e, anche in questo caso, il regista messicano ha fatto centro (qui nelle vesti di produttore). RSVP: “La sposa cadavere“, “The secret of Kells“. Voto: 7. Il libro della...

Read More

THE GHASTLY LOVE OF JOHNNY X (2012)

Musical rockabilly con ambientazione retro-fantascientifica, atmosfere da B-movie, qualche zombie per guarnire e un sentore shakespeariano nella sceneggiatura. Visivamente è strepitoso, ma sulla lunga distanza strappa qualche sbadiglio di troppo e un pizzico d’ironia in più non avrebbe guastato. RSVP: “The American Astronaut“, “The Lost Skeleton of Cadavra“. Voto: 6. The Ghastly Love of Johnny...

Read More

LA FAMIGLIA BELIER (2014)

Favoletta musicale – ma non troppo, per fortuna – che rimescola i classici problemi adolescenziali con l’identità sorda: l’approccio è leggero e gradevole, come da tradizione francesce, ma al tempo stesso molto stilizzato (per non dire stereotipato…). Si lascia guardare, senza infamia e senza lode. RSVP: “Giù al nord“, “Il mio migliore incubo“. Voto: 6,5. La famiglia...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy