Tag: religion

THE BIG SICK (2017)

Probabilmente è la miglior commedia romantica dell’ultima stagione cinematografica, e per giunta è tratta dalla storia vera del protagonista: strameritata la nomination all’Oscar per la miglior sceneggiatura, e ottime le performance di tutti i personaggi; soltanto la regia è forse un po’ troppo tradizionalista ed essenziale, ma ci sta. La Kazan si sta affermando come una novella Meg Ryan ed è ormai una garanzia delle romedy. RSVP: “Don’t think twice“, “Breaking Upwards“. Voto: 7/8. The Big Sick Test di Bechdel:...

Read More

L’INSULTO (2017)

Una micro-storia come tante si gonfia progressivamente fino a diventare talmente grande da coinvolgere un’intera nazione e la memoria storica collettiva. Nella parte centrale il film arranca un tantino, perché in pochi ormai ricordano la guerra civile libanese; ma, appena diventa chiara la direzione che sta prendendo la storia, l’opera si risolleva assumendo quasi i toni di un legal thriller. RSVP: “Il Cliente“, “Il Passato“. Voto: 7,5. L’insulto Test di Bechdel:...

Read More

THE BREADWINNER (2017)

Stile e formula sono le solite -per fortuna- a cui ci ha abituato la Twomey: diverse “storie-nella-storia”, tono spesso favolistico, protagonisti profondissimi e ben connotati, e tratto in bilico tra la tradizione e il fumetto (ovviamente indipendenti, non disneyani). Il risultato è -per l’ennesima volta- eccellente: peccato che si accorgano di lei solo gli addetti ai lavori, mentre il grande pubblico tende a snobbarla, condannandola a immeritati (e inspiegabili) flop commerciali. RSVP: “The secret of Kells“, “Song of the sea“. Voto: 8. The Breadwinner Test di Bechdel:...

Read More

MARIA MADDALENA (2018)

Prima doverosa revisione cinematografica della figura evangelica -recentemente riabilitata- di Maria Maddalena: fotografia e regia sono piacevolmente patinate e moderne, mentre la protagonista è sempre al centro della vicenda, garantendo un buon coinvolgimento dello spettatore. Per contro, i personaggi secondari -gli apostoli su tutti- non vengono approfonditi adeguatamente e lo stesso Gesù, forse troppo mistico e tormentato, non convince del tutto. RSVP: “Lion – La strada verso casa“, “La passione di Cristo“. Voto: 6,5. Maria Maddalena Test di Bechdel:...

Read More

MA (2015)

Opera iper surreale che si colloca più vicino alla visual art che al cinema tradizionale, e abbina un’estetica impeccabile e modernissima a una storia che vorrebbe essere metaforica, ma invece risulta così oscura da rasentare l’inaffrontabile. Inoltre, non c’è nemmeno un pizzico d’ironia ad alleggerire il tutto: peccato. RSVP: “The Forbidden Room“, “Rubber“. Voto: 5/6. Ma Test di Bechdel:...

Read More

THELMA (2017)

Tanta tanta roba: in un solo film viene trattata una miriade di tematiche scottanti -il fanatismo religioso, gli eterni scontri tra psicologia e medicina e tra razionalità e inspiegabilità, l’omosessualità e altro ancora- con una lucidità che però non è freddezza, delineando una protagonista davvero indimenticabile ed efficace nella sua inquietudine. Meritatamente selezionato per gli Oscar, anche se nero, cupo e disturbante. RSVP: “Carrie – Lo sguardo di Satana“, “Grave“. Voto: 8. Thelma Test di Bechdel:...

Read More

MADRE! (2017)

La prima metà del film è disorientante ed inquietante come poche altre, ma riesce ad esser efficace proprio perché conserva un certo legame con la realtà; poi l’intento metaforico diventa palese e la coerenza scema col passare dei minuti, lasciando il passo a velleità pseudo-religiose non proprio convincenti. Ennesima opera non del tutto compiuta per il solito Aronofsky. RSVP: “Le verità nascoste“, “The Invitation“. Voto: 6/7. Madre! Test di Bechdel:...

Read More

ONE OF US (2017)

Documentario molto intimista che segue tre giovani alla ricerca di una propria identità, dopo essere usciti da una comunità di ebrei ultraortodossi: integralismo e isolazionismo si rivelano per ciò che sono, ovvero fossati invalicabili che, se da un lato proteggono dai pericoli esterni, dall’altro impediscono a chi sta al loro interno di uscirne illesi. Interessante, originale e girato magistralmente. RSVP: “My Scientology Movie“, “Losing Our Religion“. Voto: 7,5. One of us Test di Bechdel:...

Read More

THE PLACE (2017)

Una delle migliori riflessioni sul libero arbitrio mai proposte sul grande schermo, adottando soluzioni tanto minimali quanto efficaci: un’unica location (peraltro un nonluogo), una decina di attori (tutti bravissimi, in particolare il monumentale Mastandrea), una sceneggiatura solida e un’estetica moderna (e anche un po’ hollywoodiane). La parte più interessante dell’opera sta nell’inevitabile rapporto interlocutorio che viene a crearsi con lo spettatore, che viene costretto a interrogarsi sulla propria morale, e non solo su quella dei personaggi. RSVP: “Perfetti Sconosciuti“, “Avvenne domani“. Voto: 7,5. The Place Test di Bechdel:...

Read More

BLADE RUNNER 2049 (2017)

La confezione è a dir poco magniloquente e Villeneuve si conferma come uno dei più talentuosi registi in circolazione, mentre dal punto di vista tematico il film non è affatto male: si discosta quel tanto che basta dal predecessore e tira in ballo nuovi temi più attuali, anche se tende a mettere troppa carne al fuoco e a fare più fumo che arrosto. La sceneggiatura, invece, è il tallone d’Achille, con qualche buco qua e là e soprattutto una carrellata di cattivi stilizzati, banali e per nulla coinvolgenti. Purtroppo incombe un terzo episodio. RSVP: “Blade Runner“, “Her“. Voto: 6,5....

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong.
Instagram token error.

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy