Tag: sociology

COME UN GATTO IN TANGENZIALE (2018)

Commedia d’ordinanza, che gioca sui contrasti un “pochino” stereotipati tra borghesia e proletariato urbani: carini alcuni spunti, che non lesinano le critiche alla nostra società contemporanea, ma tutto è ampiamente visto e rivisto e di fatto non dice nulla che non sappiamo già tutti. RSVP: “Il mio migliore incubo“, “Benvenuti a casa mia“. Voto: 6+. Come un gatto in tangenziale Test di Bechdel:...

Read More

ICARUS (2017)

Un documentario già di per sé scabroso assume una dimensione ancor più preoccupante, passando dal doping individuale a quello di Stato, e simmetricamente crescono esponenzialmente i rischi che corrono intervistati e troupe. Terribile il ritratto che emerge del mondo dello sport contemporaneo, perfino a livelli dilettantistici, ma l’opera è davvero perfetta sia stilisticamente che contenutisticamente. RSVP: “Citizenfour“, “The Armstrong Lie“. Voto: 7/8. Icarus Test di Bechdel:...

Read More

THE SQUARE (2017)

Uno dei pochi film realmente originali e interlocutori dell’ultima stagione cinematografica: il tema -un po’ snob– dell’arte è solo un pretesto per parlare della nostra società e del suo egoismo intrinseco, ma soprattutto dell’ipocrisia dietro al politically correct e della perenne ricerca di giustificazione in nome della collettività. Un’opera che è troppo tutto -troppo lunga, troppo cinica, troppo estetizzante, troppo interrogativa- ma proprio per questo lascia il segno, grazie anche a diverse scene iconiche. RSVP: “Forza maggiore“, “Vi presento Toni Erdmann“. Voto: 8. The Square Test di Bechdel:...

Read More

FERRANTE FEVER (2017)

Documentario ad uso e consumo degli appassionati di letteratura contemporanea, che indaga -nel pieno rispetto della volontà dell’autore- non tanto sulla sua identità misteriosa, quanto piuttosto sull’impatto che ha avuto sulla cultura mondiale (e americana in particolare). Nella seconda parte diventa ancora più tecnico, rendendolo ben poco accattivante per il pubblico occasionale. RSVP: “L’amore molesto“, “Heart of a dog“. Voto: 6,5. Ferrante Fever Test di Bechdel:...

Read More

MUDBOUND (2017)

Due punti di vista contrapposti e due famiglie di estrazione sociale opposta, costretti a convivere e a collaborare in un contesto estremamente difficile come il sud degli Stati Uniti nel dopoguerra. Razzismo, amore, amicizia ed emancipazione (sia di razza che di sesso) s’intrecciano in quest’ottimo adattamento del romanzo della Jordan. Giustissima la candidatura all’Oscar per Mary J. Blige. RSVP: “Free State of Jones“, “Sophie and the Rising Sun“. Voto: 7,5. Mudbound Test di Bechdel:...

Read More

MOST BEAUTIFUL ISLAND (2017)

Un ritratto scarno ed essenziale di un’immigrata come tante a New York: lo spazio concesso a passato e futuro è nullo, la storia è interamente focalizzata sul presente della protagonista, e sui mille espedienti -e difficoltà- che deve attraversare per sbarcare il lunario. Spiazza il finale, in cui trova spazio anche una consistente critica sociologica, e degenera in un incubo a occhi aperti. RSVP: “13 Tzameti“, “Sleeping Beauty“. Voto: 7,5. Most Beautiful Island Test di Bechdel:...

Read More

SUBS HEROES (2018)

Finalmente un documentario made in Italy con un tema, un’estetica e una sceneggiatura di stampo moderno, in linea con la scuola americana. Azzeccati gli accostamenti tra macrostoria e microstoria, la ricostruzione del progresso tecnologico dell’ultimo decennio e le parentesi accademiche, ma ancor più azzeccati i personaggi (alcuni dei quali forse avrebbero meritato ulteriori approfondimenti). Peccato per la carenza di infografiche che -disseminate qua e là- non avrebbero guastato. RSVP: “Elstree 1976“, “The Wolfpack“. Voto: 7,5. Subs Heroes Test di Bechdel:...

Read More

THE FLORIDA PROJECT (2017)

Opera neo(n)realista che guarda all’essenza della storia e della società americana, senza fronzoli e con un vigore autentico quasi da documentario: il film riesce infatti a suscitare nello spettatore sentimenti perlopiù negativi, come rabbia e desolazione, ma non lascia spazio al buonismo o al pietismo. Eccellente Dafoe nei panni del gestore del motel che è anche un po’ padre, nonno e guida per gli altri personaggi. RSVP: “American Honey“, “Sunlight Jr.“. Voto: 7,5. The Florida Project Test di Bechdel:...

Read More

TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI (2017)

Un ritratto genuino dell’America più rurale e ruspante, che unisce una raffinata analisi sociologica alle tipiche contraddizioni dei nostri tempi, come non si vedeva dai tempi dei primi Coen. Non manca infatti di strappare qualche sorriso qua e là, e -oltre al cast in stato di grazia- ciò che colpisce maggiormente è la sceneggiatura: di una solidità più unica che rara, è indubbiamente la migliore dell’ultimo anno. RSVP: “Fargo“, “Hell or High Water“. Voto: 8. Tre manifesti a Ebbing, Missouri Test di Bechdel:...

Read More

SMETTO QUANDO VOGLIO – MASTERCLASS (2017)

Si può girare in Italia un film d’intrattenimento che unisca azione, divertimento, una forte identità estetica e un pizzico di critica sociale? E, soprattutto, si può fare una trilogia senza pianificarla, in cui il secondo episodio regga il confronto con il primo? Dopo un esordio col botto, Sibilia si ripete con un sequel godibilissimo: forse viene meno l’originalità, ma non il brio e le trovate, e anche la sceneggiatura è davvero accattivante. RSVP: “Smetto quando voglio“, “Logan Lucky“. Voto: 7+. Smetto quando voglio – Masterclass Test di Bechdel:...

Read More

Test di Bechdel

Da febbraio 2016, i film recensiti su questo blog vengono sottoposti al test di Bechdel per determinare se abbiano connotati di tipo sessista.

Test di Bechdel

Instagram

Something is wrong.
Instagram token error.

Un film a caso…

Contatti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Accetti i termini della Privacy