Ritratto post-neorealista in linea con la recente tradizione britannica, ambientato nelle zone più rurali e depresse dell’East Anglia e focalizzato sugli adolescenti, ovvero il futuro della società. La ricetta è invero piuttosto tradizionale, tra patrigni maneschi, donne remissive e un po’ troppo rassegnate e giovani insofferenti, che tirano a campare. In questo caso, però, la differenza la fanno regia e fotografia, che ricordano un po’ i Dardenne e un po’ Dolan.

RSVP: “Glassland“, “The Selfish Giant“.

Voto: 7. The Goob

Test di Bechdel: negativo.