Facile pensare a un film che parli di cancro e di preparazione al lutto in modo toccante e profondo; difficile, invece, pensare che possa farlo senza degenerare nel patetico e nel banale. Grazie anche a una sceneggiatura magistrale (in Spagna non se ne vedevano così dai tempi del miglior Almodovar), c’è tanto garbo e una sottile ironia in questa storia altrimenti commoventissima, e la parte relativa al cane è metafora di così tante cose che sarebbe riduttivo elencarle. A proposito, la visione è imprescindibile per tutti i fortunati possessori di amici a quattro zampe.

RSVP: “Parla con lei“, “Alabama Monroe – Una storia d’amore“.

Voto: 8. Truman – Un vero amico è per sempre

Test di Bechdel: negativo.