Un horror antologico tutto al femminile che vuole evidenziare alcuni degli aspetti più difficili della vita delle donne: una bella idea, ma – come spesso accade – non tutti gli episodi sono egualmente riusciti; perché se il primo (un racconto nero in stile buzzatiano) e il secondo (una sfiziosa dark comedy di St. Vincent) fanno il loro dovere, mentre il terzo è da dimenticare (una sorta di remake di “Savaged“), è solo il quarto che “spacca” davvero (un riuscitissimo sequel ideale di “Rosemary’s Baby“).

RSVP: “V/H/S“, “The ABCs of Death“.

Voto: 6/7. XX

Test di Bechdel: positivo.