Documentario ad uso e consumo degli appassionati di letteratura contemporanea, che indaga -nel pieno rispetto della volontà dell’autore- non tanto sulla sua identità misteriosa, quanto piuttosto sull’impatto che ha avuto sulla cultura mondiale (e americana in particolare). Nella seconda parte diventa ancora più tecnico, rendendolo ben poco accattivante per il pubblico occasionale.

RSVP: “L’amore molesto“, “Heart of a dog“.

Voto: 6,5. Ferrante Fever

Test di Bechdel: negativo.